Iscriviti

Prato: calci e bacchettate ai bimbi del doposcuola. Arrestate due maestre

La polizia di Prato ha arrestato due maestre con l’accusa di percosse e maltrattamenti di vario tipo ai danni di bambini di età compresa tra i 3 ed i 6 anni che frequentano il doposcuola

Cronaca
Pubblicato il 1 febbraio 2019, alle ore 12:19

Mi piace
2
0

Ancora un caso di maltrattamenti di bambini piccoli. Questa volta la triste e gravissima vicenda ha luogo a Prato dove due donne cinesi sono state arrestate dalla polizia locale con l’accuso di aver maltrattato e picchiato dei bambini di età compresa tra i 3 ed i 6 anni che frequentano il doposcuola in cui lavorano come insegnanti.

Al momento il Gip ha disposto per le due insegnanti, di 26 e 38 anni, gli arresti domiciliari. Pare, però, che una terza insegnante sia coinvolta in questo terribile caso di maltrattamento e che per lei sia stato emanato un avviso di garanzia.

Maltrattamenti doposcuola: le indagini della Polizia

Le indagini della polizia sono andate avanti per diverso tempo e sono arrivate ad una svolta grazie all’uso di telecamere nascoste che hanno portato alla luce la terribile vicenda che decine di bambini erano costretti a vivere durante le ore del doposcuola.

All’interno della struttura, che si trova in un capannone al Macrolotto Uno, ci sarebbero tanti bambini cinesi che i familiari, impegnati lavorativamente, lasciano già al mattino per riprenderli soltanto nel tardo pomeriggio.

A far scattere le indagili una segnalazione dello scorso dicembre. A dare il via al caso le confidenze di un’insegnante che lavora nella struttura, che avrebbe confidato ad un altro genitore i maltrattamenti subiti da alcuni bambini da parte di alcune colleghe. Da lì il ricorso alle telecamere nascoste per poter capire davvero cosa accadeva nella struttura durante il giorno. A quel punto l’inquietante scoperta.

Le immagini, infatti, hanno mostrato senza ombra di dubbio che i bambini venivano maltrattati e percossi con bacchettate sulle mani e calci su tutto il corpo.

L’atteggiamento delle due insegnanti è senza dubbio non consono al loro ruolo ed era volto ad intimorire i piccoli alunni. Le immagini mostrano una situazione davvero insostenibile per questi bambini, picchiati ed a volte anche trascinati per i corridoi della struttura.

Una vicenda che ancora una volta fa molto discutere e crea parecchia indignazione.

Cosa ne pensa l’autore
Daniela Pisani

Daniela Pisani - Impossibile tollerare cose del genere! Le telecamere nelle scuola dovrebbero sempre essere installate e le insegnanti ed il personale che lavora nelle struttura, se non ha nulla da nascondere, sicuramente non potrà avere nulla in contrario. La sicurezza dei più piccoli, però, deve essere assolutamente garantita. E' inaccettabile che succedano ancora cose di questo tipo. Le pene in caso del genere devono essere molto rigide.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!