Iscriviti

Prato, 42enne si toglie la vita impiccandosi al carrello elevatore: lascia tre figli

Si è tolto la vita impiccandosi al carrello elevatore all'interno del suo posto di lavoro. Un 42enne della provincia di Prato lascia tre figli: da tempo passava un brutto periodo.

Cronaca
Pubblicato il 6 febbraio 2019, alle ore 12:13

Mi piace
1
0
Prato, 42enne si toglie la vita impiccandosi al carrello elevatore: lascia tre figli

Ha aspettato che tutti i colleghi si allontanassero dal posto di lavoro, poi ha compiuto il gesto estremo togliendosi la vita, impiccandosi al carrello elevatore nella sua azienda. Così, un 42enne della provincia di Prato, è stato ritrovato dai dipendenti dell’azienda nella mattinata della giornata di ieri, durante le prime ore dell’alba, quando sono arrivati sul posto di lavoro ignari di quanto era caduto durante la notte appena trascorsa.

Secondo quanto è stato riportato ai carabinieri dalla famiglia, l’uomo da tempo stava passando un brutto momento, specialmente a causa di motivi finanziari. La compagna del 42enne, infatti, la sera stessa in cui non aveva più ricevuto sue notizie, aveva allarmato le autorità locali temendo il peggio per la vita dell’uomo. Purtroppo, le sue paure erano fondate.

Gesto estremo in provincia di Prato: 42enne lascia tre figli

Ci troviamo nella zona industriale di Montemurlo, in provincia di Prato, dove durante le prime ore della mattinata di ieri, è stata fatta una tragica scoperta all’interno di un’azienda della zona. Un dipendente di 42 anni, di cui non è stato divulgato il nome, si è tolto la vita.

La ricostruzione fatta dai carabinieri della Tenenza di Montemurlo vede il 42enne ritornare in azienda al termine dell’orario lavorativo del 3 febbraio, quando tutti i suoi colleghi avevano lasciato l’edificio. L’uomo, entrato con il personale mazzo di chiavi, ha alzato al massimo le forche del carrello elevatore, e si è impiccato.

La compagna della vittima, non avendo avuto sue notizie dalla sera precedente, aveva lanciato l’allarme alle autorità locali, temendo per la vita dell’uomo, sapendo del periodo di depressione che stava passando a causa dei problemi economici, ma il 42enne è stato sfortunatamente trovato troppo tardi. A trovare il corpo sono stati i colleghi nella mattinata di ieri, 5 febbraio. L’uomo lascia tre figli e la sua compagna.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una tragedia quella che è accaduta. L'ennesima dimostrazione dei momenti difficili che i nostri lavoratori stanno passando per poter mantenere la propria famiglia. In un momento pieno di dolore, ci asteniamo dai commenti, e mandiamo la nostra vicinanza ed un caloroso abbraccio a tutti i familiari del 42enne, in particolare alla compagna e ai tre figli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!