Iscriviti

Pavia, 13enne risucchiata dal bocchettone della piscina

Una 13enne, in piscina con la madre, è stata improvvisamente risucchiata dal bocchettone che l'ha portata sott'acqua. Grande spavento in provincia di Pavia.

Cronaca
Pubblicato il 1 maggio 2019, alle ore 13:37

Mi piace
3
0
Pavia, 13enne risucchiata dal bocchettone della piscina

Momenti di grande spavento quelli che si sono vissuti nel primo pomeriggio della giornata di ieri, martedì 30 aprile, presso le Terme di Miradolo in provincia di Pavia, dove una ragazzina di soli 13 anni è stata improvvisamente risucchiata dal bocchettone della piscina, finendo per alcuni istanti sott’acqua e quindi senza la possibilità di respirare. Sono stati degli attimi concitati e raccontati dai molti testimoni presenti al momento dell’incidente, che fortunatamente si è risolto proprio grazie alle stesse persone che hanno assistito alla terribile scena.

R.S, una ragazza di 13 anni residente a Ospedaletto Lodigiano, in provincia di Lodi, era alle Terme di Miradolo insieme alla mamma. La giovane si trovava presso la struttura numero otto, la vasca più grande, quando improvvisamente è scomparsa dalla vista della donna. 

Si dibatteva disperatamente, poi è scomparsa sott’acqua, ma per fortuna, è riaffiorata e poi l’hanno tirata fuori subito“: questa la testimonianza di una delle persone presenti nella struttura che, insieme al personale di servizio, si sono subito tuffate in acqua e hanno usato tutta la loro forza per far riemergere le 13enne, impedendo così che si consumasse un’autentica tragedia.

Le condizioni della 13enne

Ci sono voluti molti sforzi e concentrazione per riuscire a far riemergere la ragazza dalle acque della piscina ma, fortunatamente, la giovane è riuscita ad uscirne illesa. A causa dello spavento, la 13enne ha perso i sensi ed è stata quindi portata all’ospedale di Lodi a scopo precauzionale. Qui, l’è stato riscontrato un forte ematoma sulla schiena, ma le sue condizioni di salute risultano essere buone.

I carabinieri di Chignolo Po hanno aperto un’inchiesta su quanto accaduto, per accertare le cause che hanno portato al risucchio del bocchettone e le eventuali responsabilità sulla manutenzione o sul malfunzionamento dello stesso, che avrebbe potuto portare ad una tragedia ben peggiore di quella accaduta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Fortunatamente, oggi ci ritroviamo a parlare di un grande spavento risolto nel modo migliore, ma non è la prima volta che accadono queste tragedie i cui finali sono ben peggiori. Speriamo che i carabinieri possano presto far luce sulle motivazioni che hanno portato al risucchio, e che si possa risolvere il problema prima di sentire nuove notizie a riguardo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!