Iscriviti

Paura nel Salento: presunto focolaio di variante "inglese" a Carmiano: virus portato da 28enne

Il giovane è rientrato da Londra alcuni giorni fa ed è risultato positivo all'atterraggio, avvenuto presumibilmente a Brindisi. L'Asl di Lecce sta tracciando i contatti stretti, famigliari del giovane in quarantena. Preoccupazione nella cittadina salentina.

Cronaca
Pubblicato il 31 dicembre 2020, alle ore 10:12

Mi piace
1
0
Paura nel Salento: presunto focolaio di variante "inglese" a Carmiano: virus portato da 28enne

A Carmiano, in provincia di Lecce, c’è molta preoccupazione per un presunto focolaio di variante “inglese” di coronavirus Sars-CoV-2 sviluppato all’interno di una famiglia del posto. Il virus sarebbe stato portato in Italia da un 28enne salentino che negli scorsi giorni è arrivato da Londra, forse con un volo atterrato a Brindisi, che è l’aeroporto più vicino alla provincia di Lecce e che possiede collegamenti internazionali anche con il Regno Unito.

Il Governo italiano, è bene precisarlo, ha bloccato tutti i voli in entrata in uscita dal territorio nazionale che hanno come destinazione la Gran Bretagna. Secondo quanto si apprende dalle fonti di informazione pugliesi, sarebbero almeno 10 le persone contagiate dalla variante “inglese” a Carmiano. Tutti loro sono in quarantena. 

Ancora non si capisce bene da dove sia partito il contagio. C’è da dire che prima della partenza il ragazzo è stato sottoposto a tampone, ma il risultato è stato negativo. Per questo adesso le autorità vogliono verificare per bene che cosa sia successo. Alcune persone vicine al giovane sarebbero risultate positive al Covid-19 proprio dopo il suo arrivo, per questo si teme che il ceppo di coronavirus sia proprio quello “britannico”, che sta spaventato l’Inghilterra e altre nazioni del mondo. 

Preoccupazione in città

E intanto a Carmiano la notizia del focolaio si è subito diffusa, destando apprensione tra gli abitanti della cittadina salentina. Le autorità stanno tenendo sotto controllo la situazione ed hanno avviato il tracciamento dei contatti stretti di questo 28enne, al fine di sottoporre tutti a tampone. Secondo quanto riferisce il quotidiano brindisino Senzacolonne News, la persona che è rientrata da Londra svolgerebbe una professione in ambito sanitario proprio nella capitale inglese, e sarebbe tornato in Italia per le vacanza di Natale. 

Le autorità locali invitano la popolazione a non andare nel panico e a continuare a seguire le regole anti contagio stabilite dal Governo e dal Ministero della Salute. Nelle prossime ore dovrebbero conoscersi anche i risultati dei tamponi effettuati sui contatti stretti del 28enne, questo al fine di scongiurare eventuali altre positività. L’attenzione, quindi, rimane molto alta. Il focolaio di Covid, variante “inglese”, a Carmiano sarebbe scoppiato nelle ultime 24 ore, almeno così riferisce il Quotidiano di Puglia, edizione di Lecce. 

La provincia di Lecce, poi, è stata particolarmente colpita da questa seconda ondata di coronavirus, anche se in maniera minore rispetto ad altre aree della Puglia. In molte città salentine si sono verificati dei piccolo focolai che hanno dato avvio a decine di contagi, soprattutto in ambito familiare. Per questo è importante continuare a rispettare le regole e ad adottare cautela quando si sta in compagnia di altre persone.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Notizie come questa ci fanno capire che la guardia deve rimanere alta, non si scherza con questo nuovo coronavirus. Adesso la paura è arrivata anche a Carmiano, cittadina salentina dove già si sono verificati diversi casi di Covid-19. Ma se questa fosse la variante "inglese" bisognerebbe stare molto attenti, anche perché pare sia più contagiosa e avrebbe comunque lo stesso tasso di letalità degli altri ceppi di Covid.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!