Iscriviti

Paura a Rovigo, autobus con 20 studenti va a fuoco

Un autobus con 20 studenti diretti a scuola ha preso fuoco nelle prime ore della mattinata di ieri. L'autista salva i ragazzi e tenta inutilmente di spegnere le fiamme.

Cronaca
Pubblicato il 22 maggio 2019, alle ore 10:20

Mi piace
2
0
Paura a Rovigo, autobus con 20 studenti va a fuoco

Tanta paura quella che si è vissuta nelle prime ore della mattinata di ieri, martedì 21 maggio, ma fortunatamente non si conta nessun ferito. Un autobus di Busitalia, contenente 20 ragazzi diretti a scuola, ha preso fuoco verso le 7:30 di ieri, finendo completamente distrutto in via Scavazza a Giacciano con Baruchella, in provincia di Rovigo. 

Il bus in questione era partito da Badia Polesine, a ovest del capoluogo, ed era diretto a Castelmassa per portare gli studenti a scuola. A rendersi conto dell’inizio dell’incendio è stato lo stesso conducente nei pressi del noto centro commerciale Il Faro, a Giacciano con Baruchella. L’autista ha subito fermato il mezzo e fatto scendere in sicurezza gli studenti presenti a bordo. Da quanto si apprende da una prima ricostruzione dei fatti, il rogo avrebbe avuto inizio nella parte anteriore del mezzo.

L’autista ha anche provato a spegnere le fiamme cercando così di salvare l’autobus, ma in breve tempo si è alzata una colonna di fumo nero che ha reso il veicolo un ammasso di lamiere.

Colonna di fumo vista in centro

Sul posto sono subito giunti i soccorsi con ambulanze ed auto medica, accompagnate da due mezzi dei vigili del fuoco e dai carabinieri. Fortunatamente, non è stato registrato alcun ferito e non c’è stata la necessità di portare i ragazzi in pronto soccorso per dei controlli. Le cause dell’incendio sono ancora poco chiare, e per questo i carabinieri stanno indagando per fare chiarezza sull’accaduto.

La vicenda ha suscitato grande paura anche nel centro del paese, situato a chilometri di distanza dal luogo dell’incidente, dov’è stato possibile vedere l’alta colonna di fumo nero, e dov’è anche arrivato il forte odore acre dei materiali plastici e ferrosi bruciati. Presto è arrivata anche la notizia che non si è registrato alcun ferito ed i cittadini si sono potuti tranquillizzare. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Fortunatamente ci ritroviamo a commentare una notizia che non ha registrato alcun ferito, ma la paura è stata tanta poiché erano presenti ben 20 ragazzi diretti a scuola. La cosa più importante ora è quella di comprendere le cause che hanno generato il rogo per evitare che si riviva nuovamente una vicenda del genere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!