Iscriviti
Roma

Papa Francesco: l’amore è più di un desiderio. Lo Spirito Santo ci sostiene!

Quinta domenica dopo Pasqua: Papa Francesco non s'affaccia alla finestra del Palazzo Apostolico per la preghiera del Regina Coeli. Dalla Biblioteca commenta il Vangelo del giorno e prega con tutti i fedeli.

Cronaca
Pubblicato il 17 maggio 2020, alle ore 15:42

Mi piace
5
0
Papa Francesco: l’amore è più di un desiderio. Lo Spirito Santo ci sostiene!

Dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico, Papa Francesco, a mezzogiorno di oggi 17 maggio 2020, ha recitato la preghiera del Regina Coeli precedendola con un commento sulla Parola del giorno, tratta dal Vangelo secondo Giovanni che comincia con queste parole: “Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito“.

Papa Francesco ha spiegato che l’amore per Gesù è strettamente legato all’osservanza dei comandamenti: “Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama“, si conclude con queste parole infatti, il testo del Vangelo del giorno.

Gesù, ha detto Papa Francesco, ci chiede di amarlo non solo nel desiderio, con un semplice sentimento d’amore, ma che il nostro amore abbia in sé la volontà di seguirlo percorrendo la sua stessa strada d’amore. L’amore di cui parla Gesù, primo dei comandamenti, è reciproco: “Amatevi a vicenda come io vi ho amato“, ricorda il Papa ed aggiunge che il Signore ci ama gratuitamente, non chiede di essere contraccambiato. È volontà del Signore che il suo amore gratuito diventi il nostro modo concreto di amarci tra noi nella vita.

Non è un percorso facile, sembra dire il Papa, se Gesù chiede al Padre che in aiuto del fedele venga inviato un Paraclito, ossia un Consolatore e Difensore che doni “intelligenza per ascoltare” e il coraggio necessario per osservare le Parole del Signore. È questo il dono dello Spirito Santo. Chi crede in Gesù ed è battezzato riceve questo dono che nelle avversità, nei dolori e nelle gioie della vita, sarà presenza consolante capace di aprire all’amore.

Lo Spirito Santo ci aiuta a non soccombere quando facciamo l’esperienza di sbagliare nella vita. Egli ci aiuta a vivere la Parola di Dio ponendoci non di fronte a uno specchio che mette in risalto le differenze della nostra piccolezza, ma come esperienza di perdono, di rinnovamento, perché “la misericordia di Dio è così“, ha detto il Papa. Per mezzo dello Spirito diventiamo persone libere, capaci di amare e di annunciare le meraviglie di Dio. La riflessione si chiude con una preghiera a Maria, perché ci aiuti a vivere con gioia il Vangelo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Se sostituiamo "comandamento", "osservanza", con la parola "amore", le frasi pronunciate da Gesù si fanno a noi più vicine e facili da comprendere: "Chi accoglie il mio amore e vive nell'amore, questi mi ama". La parola "comandamento" ci fa pensare a una regola, a un limite, a un obbligo...in realtà Gesù parla d'amore, solo d'amore da accogliere e da diffondere, da vivere. Il resto viene da sé.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!