Iscriviti

Papa Francesco: la telefonata al 13enne che gli chiede preghiere

Nel pomeriggio del 25 agosto, Marco, 13 anni con problemi di movimento a causa di un incidente, è a casa. Il Papa lo chiama e s'interessa della sua situazione e dei suoi sogni per il futuro.

Cronaca
Pubblicato il 3 settembre 2019, alle ore 08:18

Mi piace
6
0
Papa Francesco: la telefonata al 13enne che gli chiede preghiere

È già passato qualche giorno da quel 25 agosto, ultima domenica del mese, quando, nel pomeriggio, un ragazzo di 13 anni di Capriolo, in provincia di Brescia, ha ricevuto una telefonata del tutto inaspettata, ma che non dimenticherà mai: era Papa Francesco

Ad alzare la cornetta del telefono è stata la mamma, ma la telefonata era per Marco: Papa Francesco voleva salutare il giovane che qualche giorno prima gli aveva scritto una lettera per chiedergli preghiere.

La lettera di Marco nelle mani del Papa

Un’anziana vicina di casa di Marco e la sua famiglia, dalle figlie, come dono per i suoi 80 anni, aveva ricevuto la possibilità di un’udienza in Vaticano con Papa Francesco. Incontro avvenuto ad agosto 2019. Come non portare al Papa i segni di affetto dei propri vicini e, tra questi, la lettera di Marco? Marco Piccinelli qualche tempo fa ha avuto un incidente che gli ha provocato qualche problema a muoversi. 

Nella lettera di Marco c’era la richiesta di preghiere al Papa per la sua situazione fisica, perché il Signore lo guardasse con predilezione e gli donasse la gioia della guarigione. La lettera, consegnata nelle mani del Papa, ha avuto come primo effetto l’interessamento per il tredicenne Marco, da parte del Pontefice.

Papa Francesco, colpito dalla lettera del ragazzino capriolese, ha deciso di sentirlo personalmente e gli ha telefonato. Marco ha parlato con il Papa con disinvoltura, come si fa con una persona familiare, e gli ha riferito “della sua voglia di studiare, di essere iscritto alla terza media e di voler andare al liceo per diventare docente di matematica“, si legge in quibrescia.it.

Sono stati i minuti di conversazione telefonica belli, inaspettati e intensi: “Il Papa ha dimostrato grande delicatezza e ci ha riempito il cuore. Gli ha detto di non mollare mai e di tenere duro nelle sfide della vita”, riferisce il giornaledibrescia.it. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Non so quali siano i problemi di Marco e se, un giorno, guarito, potrà muoversi come tutti i suoi amici. Di sicuro la telefonata del Papa gli ha mosso qualcosa dentro, nel cuore, là dove partono tutte le motivazioni alla vita e i sogni. Il movimento del cuore, a volte, è più difficile di quello fisico. Coraggio Marco, parti dal cuore! Sentiti sostenuto anche dalla mia preghiera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!