Iscriviti
Roma

Papa Francesco apre la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Alle 17.30 con la celebrazione dei Vespri, nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura, Papa Francesco dà inizio alla Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Tema: “Cercate di essere veramente giusti”.

Cronaca
Pubblicato il 18 gennaio 2019, alle ore 13:57

Mi piace
12
0
Papa Francesco apre la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Come ogni anno, dal 18 al 25 gennaio la Chiesa propone una Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che quest’anno avrà come tema: “Cercate di essere veramente giusti”. Le proposte per le celebrazioni sono state preparate dai cristiani dell’Indonesia.

L’Indonesia ha una popolazione che supera i 265 milioni di persone: la maggioranza, l’86%, professa la religione musulmana e solo il 10% si riconosce, pur nelle varie tradizioni, in quella cristiana.

Occhio puntato sull’Indonesia

Lo sguardo e la preghiera per l’unità dei cristiani tengono come riferimento un Paese, l’Indonesia, in cui la corruzione agisce in varie forme nel mondo politico e in quello economico, con gravi conseguenze per l’ambiente che, giustizia e legge, non arrivano a proteggere. “Troppo spesso coloro che devono promuovere la giustizia e proteggere i deboli, agiscono in modo contrario; di conseguenza, si allarga il divario tra ricchi e poveri, e così un paese ricco di risorse soffre lo scandalo di avere molta popolazione che vive in povertà”, scrive il Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani nel testo preparato in occasione della Settimana di preghiera 2019.

Il tema della Settimana, “Cercate di essere veramente giusti”, preso dal libro del Deuteronomio (16, 18-20), è un invito per le comunità cristiane a prendere consapevolezza della loro situazione per non subire o diventare complici dell’ingiustizia e ad aprirsi alla preghiera di Gesù – “che tutti siano una cosa sola” (Gv 17, 21) – per testimoniare di vivere l’unità pur nella diversità. Insieme, uniti in Cristo, i cristiani saranno capaci di combattere l’ingiustizia.

L’invito a pregare con queste intenzioni era stato espresso anche da Papa Francesco, mercoledì scorso nel corso dell’udienza generale: “siamo chiamati a pregare, affinché tutti i cristiani tornino ad essere un’unica famiglia“. L’ecumenismo non è un’opzione, fa parte della vita cristiana, ha detto il Pontefice, aggiungendo che la testimonianza dell’unità afferma la vera giustizia a favore e sostegno dei più deboli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - I cristiani in Indonesia sono solo il 10%, e "di varie tradizioni", eppure - se uniti contro l'ingiustizia -possono diventare un punto di forza a favore di tutti, specie dei poveri. La preghiera non è mai una cosa solo spirituale o astratta, non riguarda una sola persona nel suo rapporto con Dio, ma s'inserisce nella vita concreta delle persone che costruiscono la storia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!