Iscriviti
Palermo

Palermo non riesce a seppellire i suoi morti: 920 salme in attesa di sepoltura

Continua l'emergenza sepolture nel capoluogo siciliano, dove negli ultimi giorni si è aggravata la situazione a causa del caldo e di problemi organizzativi e burocratici.

Cronaca
Pubblicato il 23 agosto 2021, alle ore 16:20

Mi piace
1
0
Palermo non riesce a seppellire i suoi morti: 920 salme in attesa di sepoltura

Continua l’odissea delle sepolture a Palermo. Sono ancora 920 le salme al cimitero dei Rotoli del capoluogo siciliano in attesa di una sepoltura. Quella che era considerata un’emergenza è diventata una situazione ormai che dura da due anni, con deposito delle bare perfino negli uffici cimiteriali. 

Sono 72 le famiglie che hanno disposto il trasferimento delle salme dal cimitero dei Rotoli a quello privato di Sant’Orsola, dove si sono resi disponibili 184 posti su mille. Ma nonostante ciò, sono al momento solo 14 le salme trasferite. Perché? Sembra che a rendere difficoltosa l’operazione siano delle difficoltà nelle pratiche burocratiche. 

Intervenuto in una seduta straordinaria del Consiglio comunale di Palermo, il sindaco Leoluca Orlando ha riferito anche di difficoltà dovute anche all’insufficienza dei carri funebri e del personale impegnato anche in altri servizi inderogabili. Di questo problema si era già parlato qualche mese fa, ma non sembra che sia cambiato molto da allora. 

Nei giorni scorsi la situazione ai Rotoli è peggiorato, aggravando così un qaudro già di per sé drammatico. Alcune bare sono state lasciate nei depositi e perfino in alcuni uffici cimiteriali. Il gran caldo che ha colpito l’isola nelle ultime settimane ha rovinato alcune di queste bare. Stando a quanto si apprende da fonti di stampa locali, il numero di bare attualmente accatastate sono 920

In 420 sono in attesa che si liberi un loculo, mentre 500 aspettano di essere sepolte in un campo di inumazione. Sempre il primo cittadino del capoluogo siculo ha detto che il forno crematorio, fermo da un anno a causa di un guasto, potrà riprendere a funzionare non prima di sei mesi. Considerata l’emergenza sepoltura che si riscontra in città, si è tornati a parlare anche dell’apertura di un nuovo cimitero. 

Il nuovo campo santo avrà una capienza di 27mila posti. Ma anche in questo caso la burocrazia si è messa di traverso. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Penso che sia una vergogna quanto sta accadendo nel cimitero di Palermo. Una situazione purtroppo che sta capitando anche in altre città d'Italia. Quello dell'emergenza sepolture dovrebbe essere la priorità per un'amministrazione, non per dovere ma per rispetto nei confronti di quelle persone che non ci sono più e per le loro famiglie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!