Iscriviti

Palermo, crolla una palazzina nel centro storico: nessun ferito

Il cedimento della palazzina è avvenuto in via San Giosafat, una traversa di via Maqueda. L'edificio era in fase di ristrutturazione, e per fortuna era anche disabitato. Tanti i rischi di crolli a Palermo e una mappa del comune ha individuato le zone

Cronaca
Pubblicato il 28 settembre 2014, alle ore 21:08

Mi piace
0
0
Palermo, crolla una palazzina nel centro storico: nessun ferito

Un crollo in una palazzina del centro storico di Palermo ha messo in allarme cittadini e Vigili del fuoco, che sono intervenuti sul posto per prestare soccorso. Il cedimento è avvenuto in via Santo Giosafat ed ha riguardato il tetto di una palazzina cadente e disabitata. L’immobile, che si trova nei pressi di via Maqueda, nel cuore di Palermo, era in fase di ristrutturazione, e per fortuna non vi sono stati nè morti nè feriti. Al momento del crollo infatti da quelle parti non è passato nessuno, altrimenti ci sarebbero stati altri danni. La città negli ultimi mesi ha visto il verificarsi di numerosi crolli, tra cui quelli che ci sono stati alla Vucciria, che rischiano di far scomparire il patrimonio storico della città.

Il rischio crolli è forte, ed è compreso in una vasta area della città, che riguarda ben 249 ettari dove sono allocati 1.610 edifici, tra questi chiese, immobili privati e di proprietà del Comune, che hanno immediato bisogno di una messa in sicurezza: infatti, 248 edifici sono a rischio crollo; 368 sono pericolanti, 1.004 sono in totale stato di degrado. Per risanare tutti i comparti occorrerebbe circa mezzo miliardo di euro, di cui 289 mln serviverebbero per gli edifici degradati; 150 mln per quelli pericolanti e circa 84 per quelli che sono a forte rischio di crollo. I dati precisi sono stati forniti dall’ufficio Centro Storico del Comune, e sono stati anche presentati alla commissione Ambiente dell’Ars. 

Gli uffici comunali hanno accertato che la maggior parte degli immobili che hanno necessità di essere urgentemente ristrutturati appartengono a privati: di questi sono stati individuati  910 immobili in stato di degrado, 332 pericolanti, e 224 necessitano di opere urgenti. Per quanto riguarda invece gli edifici di proprietà del comune, sono in totale 102, di cui 58 in stato di degrado, 24 pericolanti e 20 hanno bisogno di essere messi in sicurezza. Anche molte Chiese hanno bisogno di interventi, e sono in tutto 52, di cui 36 in stato di degrado, 12 percolanti e 4 necessitano interventi urgenti. Insomma, una mappa che dice chiaramente come il Comune di Palermo non possa più indugiare, ma deve invece muoversi e trovare le soluzioni.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!