Iscriviti

Padova, la Polizia passa dalla pistola al mitra: "Vogliamo degli agenti stile Rambo"

Il Comandante annuncia il nuovo acquisto per i poliziotti in servizio a Cittadella, in provincia di Padova. "Vogliamo degli agenti stile Rambo perchè la gente si senta al sicuro".

Cronaca
Pubblicato il 8 dicembre 2018, alle ore 10:34

Mi piace
1
0
Padova, la Polizia passa dalla pistola al mitra: "Vogliamo degli agenti stile Rambo"

Sta facendo discutere la notizia che avvisa del nuovo acquisto per gli agenti che prestano servizio a Cittadella, in provincia di Padova. È lo stesso Comandante ad avvisare i cittadini che da oggi i suoi agenti avranno in dotazione una semiautomatica più distante dalla classica pistola che siamo abituati a vedere, e che si avvicina maggiormente ad una mitragliatrice.

Nel descrivere la nuova arma e gli addestramenti svolti da alcuni agenti perché possano così insegnare a loro volta come utilizzarla, il Comandante della Polizia locale di Cittadella, Grandin, afferma di aver preso questa decisione per far sentire sempre più protetti i cittadini, volendo così degli agenti più “stile Rambo“, attrezzati in modo adeguato per rispondere al meglio alle situazioni in cui si trovano.

La nuova arma semiautomatica

La nuova arma, data in dotazione agli agenti di Cittadella, è una semiautomatica Scorpion calibro 9×21, associata a due caricatori da 15 colpi l’uno. Insieme a questi, anche un dispositivo di mira con punto rosso ed una canna pronta all’uso di dimensioni ben più lunghe rispetto a quelle che siamo soliti vedere. Con l’arma descritta, gli agenti verranno forniti anche di giubbotti  antiproiettili ed antitaglio.

Così come spiega il Comandante Grandin, una decina di agenti hanno frequentato il poligono di tiro presso la base americana di Vicenza “Del Din”, e due di questi hanno ottenuto il certificato di istruttori di tiro, e saranno proprio loro ad insegnare agli agenti del Comando come utilizzare la nuova arma.

La nuova semiautomatica verrà assegnata in via non continuativa agli agenti impegnati nei servizi interforze e nel presidio del territorio, e oltre a far sentire più sicuri i cittadini serve anche a tutelare gli stessi agenti durante il loro servizio atto a prevenire rapine e fenomeni predatori. Con queste parole il Comandante Gradin annuncia il nuovo acquisto, affermando che presto verranno assegnati agli agenti del suo Comando anche i taser.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Purtroppo, le armi non portano mai nulla di buono, ma penso che la cosa più triste sia il rendersi conto che, nel mondo in cui viviamo, sentiamo quasi l'esigenza della loro presenza. Chiunque non vorrebbe mai vedere gli agenti utilizzare taser e armi, ma non trovo neanche corretto vedere le famiglie di questi agenti piangere la loro morte avvenuta durante il loro servizio. Usiamole però con giudizio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!