Iscriviti

Padova, bimba di due anni salva la madre con urla e pianti

A Cinto Euganeo, una bambina di due anni ha salvato la madre colpita da un malore con urla e pianti. Ora la donna è ricoverata all'Ospedale di Padova e sta lottando per riabbracciare i suoi tre figli

Cronaca
Pubblicato il 2 marzo 2019, alle ore 17:28

Mi piace
10
0
Padova, bimba di due anni salva la madre con urla e pianti

Una bambina, con meno di due anni, ha dato l’allarme con pianti e urla, su quanto stava accadendo a casa sua. La mamma era priva di conoscenza, accasciata a terra, immobile e quasi senza vita. Il fatto è accaduto il primo marzo, verso le 17, a Cinto Euganeo, un piccolo Comune in Provincia di Padova.

Non è la prima volta che un bambino piccolo salva la vita di un genitore o di un parente. Nel 2015, negli USA, per esempio, Whitney Johnson, 2 anni ha salvato la mamma e la sorellina da un rogo; nel 2016 a Varese, Alessandro, 4 anni, ha salvato la madre da un malore mentre guidava; poi ci sono i bimbi che a 4 anni hanno salvato la mamma utilizzando l’app Siri, ed ancora in Sud Africa, i bambini che hanno salvato la madre da uno stupro.

I fatti

La mamma, 37 anni, ha tre figli di 2, 3 e 6 anni; proprio la più piccola, presente al momento del malore le ha salvato la vita.

La piccola, al momento del malore si trovava accanto alla madre, spaventata dal sonno profondo cui si era abbandonata; cercava disperatamente di risvegliarla. Nonostante le sue urla e i pianti, la mamma però non le rispondeva e continuava a dormire. Lei non si è arresa e ha continuato a chiamarla e a piangere fino a quando non sono intervenuti i soccorsi. Questi, giunti nell’appartamento hanno provveduto a prendersi cura della mamma e a tranquillizzare la piccola.

La donna è stata subito ricoverata all’ospedale di Padova dove sta lottando per restare in vita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che questa bambina abbia detto e fatto riflettere, con le sue lacrime, su che cosa son capaci di fare i bambini. Spesso li consideriamo "piccoli", non capaci di fare cose da grandi, ed invece nel momento della difficoltà diventano addirittura eroi. Mi spiace per il trauma, per lo spavento che non penso passerà in fretta. Auguri alla mamma!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!