Iscriviti

Organizzano festa abusiva in una cascina e arrivano i carabinieri: militari presi a bastonate

Gli agenti hanno subito ferite non gravi, l'episodio si è verificato la notte tra venerdì 5 e sabato 6 febbraio a Verdello, nella bergamasca. Due fratelli di 43 e 45 anni sono stati arrestati con l'accusa di minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Cronaca
Pubblicato il 8 febbraio 2021, alle ore 19:23

Mi piace
1
0
Organizzano festa abusiva in una cascina e arrivano i carabinieri: militari presi a bastonate

Violenza inaudita contro i carabinieri a Verdello, piccolo centro della provincia di Bergamo, dove nella notte tra venerdì 5 e sabato 6 febbraio è stata interrotta una festa abusiva organizzata in una cascina. Secondo quanto riferisce la stampa locale, in particolare L’Eco di Bergamo, i proprietari della cascina erano due fratelli di 43 e 45 anni. Ai carabinieri di Treviglio è arrivata quindi una segnalazione che dai campi provenivano suoni e musica a tutto volume, per cui i militari si sono recati a verificare quello che stava succedendo. La cascina si trova poco fuori Verdello, in zona Cascina Ravarolo.

I militari si sono presentati sul posto, che non hanno faticato ad individuare, per cui hanno chiesto subito ai presenti che cosa ci facessero lì e quale fosse il motivo dei festeggiamenti. Visto che non c’era motivo per potersi assembrare in quella maniera, agli agenti non è restato altro che interrompere la festa. Per tutta risposta i due fratelli si sono avvicinati con fare minaccioso ai militari, colpendoli a bastonate. A questo punto sono stati chiesti i rinforzi, giunti nel giro di pochissimi minuti. Il 43enne e il 45enne hanno anche danneggiato l’auto di servizio.

Tutti e due arrestati

I due sono stati arrestati con l’accusa di minacce e resistenza a pubblico ufficiale, nonché danneggiamento dell’auto. L’altro equipaggio intervenuto in soccorso dei colleghi ha poi definitivamente bloccato i due fratelli violenti. I bastoni usati per colpire i militari sono stati posti sotto sequestro. Oltre all’arresto i due sono state anche multati per inosservanza delle regole anti Covid: per loro una multa di 400 euro a testa.

Stessa sorte è toccata ai partecipanti alla festa, che sono stati multati e denunciati per inosservanza delle norme anti pandemia. Non tutti sono stati identificati, in quanto alcuni di loro sarebbero riusciti ad allontanarsi dalla cascina. Nelle prossime ore, però, i carabinieri dovrebbero riuscire a rintracciare anche loro, sanzionandoli come tutto il resto della comitiva.

I carabinieri aggrediti erano due: sono stati portati al pronto soccorso del Policlinico San Marco di Osio Sotto. Le loro condizioni, lo ricordiamo, non solo assolutamente gravi e nella colluttazione con i due fratelli hanno riportato solo lievi ferite e qualche escoriazione. Nelle prossime ore si potranno conoscere sicuramente ulteriori dettagli su questo fatto di cronaca. I fratelli saranno inoltre processati per direttissima.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Brutto episodio quello avvenuto in provincia di Bergamo, dove i carabinieri hanno sventato l'ennesimo assembramento. Le forze dell'ordine ricordano che in questo periodo di pandemia bisogna rispettare le regole, altrimenti per i trasgressori ci sono sanzioni pesantissime. Fortunatamente i due agenti stanno bene e non hanno subito grosse conseguenze fisiche.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!