Iscriviti

Operazione "Ombre Nere": indagati estremisti di destra pronti a creare un partito nazista

La Digos di Enna ha provveduto a effettuare 19 perquisizioni domiciliari in tutta Italia negli ambienti estremisti di destra: i "neri" si stavano riorganizzando a livello europeo con altre realtà attive per la ricostruzione del partito nazionalsocialista.

Cronaca
Pubblicato il 28 novembre 2019, alle ore 17:47

Mi piace
3
0
Operazione "Ombre Nere": indagati estremisti di destra pronti a creare un partito nazista

Avevano intenzione di costituire un movimento che si dichiarava apertamente filonazista, xenofobo ed antisemita, dal nome “Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori”. Questo è quanto emerso dai risultati delle indagini della Digos di Enna e del reparto antiterroristico interno, dunque destinato ai gruppi estremisti. Le indagini hanno portato a 19 perquisizioni lungo tutto lo stivale, rivolte ad estremisti di destra.

Le indagini inoltre hanno fatto luce sulla grande disponibilità di armi ed esplosivi che erano a disposizione degli stessi, i quali stavano anche arruolando milizie tramite le pagine e gli account social.

I militanti da oggi iscritti al registro degli indagati avevano anche creato una chat che prendeva il nome di “Militia“, che aveva come unico scopo il reclutamento di estremisti di destra e l’addestramento degli stessi.

Come gruppo, invece, gli appartenenti hanno ottenuto le simpatie di organizzazioni internazionali di rilievo, ovviamente tutte caratterizzate dall’ ideologia del nazismo, come nel caso del partito d’estrema destra lusitano “Nova Ordem Social”, oppure di organizzazioni come “Aryan White Machine – C18″, i famigerati combattenti di Adolf Hitler che, da come sappiamo, sono in stretti legami con il gruppo neonazista di origine britannica “Blood & Honour”. Altra organizzazione che simpatizzava era quella dei nostalgici italiani del Nazismo e del Fascismo.

Alcuni componenti avrebbero anche presenziato alla “Conferenza Nazionalista” che si è tenuta il 10 agosto scorso a Lisbona: obbiettivo della conferenza era quello di instaurare un’alleanza a livello europeo (Portogallo, Spagna, Italia e Francia) tra i movimenti che hanno un’ideologia “nazionalsocialista”.

Tra gli indagati appare anche un pluripregiudicato di origini calabresi, conosciuto da tutti come un ex “legionario” e con forti legami con la ‘ndrangheta, con un passato da collaboratore di giustizia, che fa da referente a Forza Nuova per quel che riguarda il Ponente Ligure.

La Digos di Enna ha indagato e perquisito ben 19 persone nel corso di questa inchiesta. Avviata due anni fa ha portato alla denuncia per costituzione e partecipazione ad associazione eversiva, caratterizzata dall’attitudine alla delinquenza. L’operazione, denominata “Ombre Nere”, ha visto ben 19 decreti di perquisizione domiciliare emessi dalla Procura di Caltanissetta in collaborazione con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giacomo Ligi

Giacomo Ligi - Non ci stiamo rendendo conto che con il clima di odio in cui ci stiamo trovando, si fanno spazio idee estremiste veramente pericolose. Lo stato di allerta è massimo in quanto era chiaro che gli estremisti avrebbero provato a organizzarsi, ma fa spavento pensare che stiano cercando un’organizzazione per la cooperazione a livello europeo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!