Iscriviti
Torino

Omicidio-suicidio a Torino: uccide la moglie con un badile e si spara con la balestra

Colpisce la moglie con un badile per poi spararle contro una freccia e compiere lo stesso folle gesto su sé stesso. Quando i carabinieri sono entrati in casa, hanno trovato i due coniugi ormai privi di vita.

Cronaca
Pubblicato il 14 gennaio 2020, alle ore 09:21

Mi piace
0
0
Omicidio-suicidio a Torino: uccide la moglie con un badile e si spara con la balestra

Quella dei carabinieri è stata una corsa contro il tempo che si è rivelata inutile, poiché quando hanno raggiunto l’appartamento numero 7 di via Pietra Piana ad Avigliana, a Torino, hanno ritrovato i corpi ormai privi di vita di entrambi i coniugi. Lei 48enne, e lui di 53 anni, incensurato ma con gravi problemi psichici che sarebbero la vera causa di questo terribile omicidio-suicidio che si è consumato nella serata di lunedì 13 gennaio.

Era circa l’ora di cena della giornata di ieri, quando al centro di salute mentale è arrivata la telefonata disperata della moglie 48enne, Stefania Viziale. “Aiutatemi“, avrebbe detto con il fiato corto, “la situazione sta degenerando“. Il centro ha subito inoltrato la chiamata ai carabinieri che si sono precipitati a casa dei due coniugi.

La ricostruzione dei fatti

Le indagini sono ancora in corso, ma secondo quanto è stato possibile ricostruire fino ad ora, il 53enne Gian Vittorio Manassero avrebbe colpito la moglie con un badile in testa per poi spararle contro una freccia con la balestra in suo possesso. Non è chiaro il momento in cui la donna ha trovato le forze per lanciare l’allarme.

Prima che i militari potessero raggiungere l’abitazione, Manassero ha puntato la stessa balestra contro il suo viso, togliendosi la vita. Al momento dell’arrivo dei Carabinieri, il cancello dell’appartamento era chiuso e sorvegliato da due doberman: per questo è stato anche richiesto l’intervento del canile per aiutare i militari ad entrare nell’abitazione. Sfortunatamente però, quando le forze dell’ordine sono riuscite a mettere piede in casa, entrambi i coniugi erano ormai privi di vita e per loro non è stato possibile fare nulla.

L’omicidio-suicidio sembrerebbe essersi consumato a culmine di un litigio tra marito e moglie, ma i carabinieri stanno ancora indagando per poter fare piena chiarezza su quanto accaduto in quei momenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - La nostra più sincera vicinanza va agli amici e familiari delle vittime. Di fronte a queste terribili storie i commenti sono superflui e possiamo solamente rimanere in silenzio accanto a coloro che stanno soffrendo, con la speranza che queste atroci vicende non accadano più e che ci sia più aiuto anche per tutte quelle famiglie che hanno un loro caro malato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!