Iscriviti
Milano

Omicidio a Milano, sgozzato 65enne nel corso di una rapina vicino alla stazione centrale

IL 65enne è un medico campano. Poco distante dal luogo in cui è avvenuto l’omicidio due stranieri hanno commesso unʼaltra rapina, indagano gli investigatori per capire se i due fatti sono collegati.

Cronaca
Pubblicato il 20 dicembre 2020, alle ore 13:07

Mi piace
4
3
Omicidio a Milano, sgozzato 65enne nel corso di una rapina vicino alla stazione centrale

Un uomo di 65 anni, Stefano Ansaldi, di professione ginecologo, è stato sgozzato nella zona della stazione centrale di Milano. La polizia presume si sia trattato di una rapina sfociata nel sangue. A dare l’allarme sono stati alcuni passanti che hanno trovato l’uomo agonizzante per terra, con un taglio alla gola molto profondo. L’uomo è stato trovato in una pozza di sangue e accanto a lui è stato rinvenuto anche un  coltello, probabilmente lo stesso con il quale è stato assassinato.

All’arrivo i soccorsi del 118 purtroppo non hanno potuto fare nulla per l’uomo, tranne che accertarne il decesso. Originario di Benevento e residente a Napoli, Ansaldi è stato aggredito mentre passeggiava all’angolo fra via Scarlatti con via Mauro Macchi. La polizia sta controllando le telecamere della zona, anche quelle dei negozi chiusi, nella speranza di individuare l’assassino o perlomeno capire come sono andati i fatti.

Gli investigatori sono anche alla ricerca di eventuali testimoni che possano dare degli elementi utili per risalire all’aggressore. Sono ancora in corso dei controlli nel quartiere e nella zona da parte di diverse pattuglie delle forze dell’ordine che stanno cercando di raccogliere maggiori informazioni possibili per fare luce sulla triste vicenda.

Il corpo del ginecologo al momento si trova nella camera mortuaria e gli inquirenti stanno ancora facendo dei rilievi. Nella stessa è stata compiuta un’altra rapina ai danni di un 70enne. Due stranieri gli hanno rubato il cellulare e il Rolex che portava al polso. I due delinquenti dopo aver commesso il furto sono fuggiti e la polizia è sulle loro tracce.

Gli investigatori stanno anche valutando se fra le due rapine vi sia una correlazione e se si tratta delle stesse persone che hanno aggredito il ginecologo. Le due rapine e l’omicidio dell’uomo hanno gettato nel panico una Milano già turbata da un Natale poco felice a causa della pandemia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giacoma Chimenti

Giacoma Chimenti - Questi fatti di terrore non fanno altro che peggiorare il clima che si respira nel capoluogo lombardo, reso cupo dalla pandemia e dalle sue tragiche conseguenze. I furti e gli omicidi sembra siano nel mirino di tanti malintenzionati che se ne fregano di come la popolazione stia già soffrendo tanto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!