Iscriviti

Novara, cadono calcinacci dal soffitto di un asilo: cinque i feriti

Durante una festa all'interno di un asilo in provincia di Novara, sono caduti dei calcinacci dal soffitto. Al momento dell'allarme si pensava al peggio.

Cronaca
Pubblicato il 10 marzo 2019, alle ore 09:16

Mi piace
4
0
Novara, cadono calcinacci dal soffitto di un asilo: cinque i feriti

Grande paura a Trecate, in provincia di Novara, dove nel tardo pomeriggio della giornata di ieri, sabato 9 marzo, dei pannelli del controsoffitto di un asilo della zona sono crollati all’interno dell’aula dove si stava festeggiando il compleanno di un bambino. Si contano cinque feriti di cui un bambino di sei anni, ma fortunatamente non si tratta di lesioni gravi.

Inizialmente, subito dopo l’incidente si pensava fosse accaduto il peggio. In molti hanno, infatti, riferito che credevano fosse ceduto parte del soffitto dell’edificio e che alcuni dei bambini fossero rimasti sotto alle macerie.

Il bilancio

L’incidente è avvenuto nell’asilo “Fratelli Russi” in via Battisti a Trecate, in provincia di Novara. Nel pomeriggio di sabato 9 marzo, all’interno della struttura, nel salone del primo piano, si stava festeggiando il compleanno di un bambino; erano presenti circa 50 persone.

Per motivi ancora da accertare, i panelli del controsoffitto del salone hanno ceduto. Si contano cinque feriti di cui tre adulti, un ragazzino di 15 anni ed un bambino di 6 anni. I presenti hanno subito lanciato l’allarme e sono arrivate sul posto due ambulanze che hanno medicato i feriti poi poi successivamente portarli in ospedale in codice verde e giallo.

Inizialmente si pensava fosse accaduto un incidente ben più tragico e che, a seguito del crollo, ci fossero bambini sotto le macerie. Nonostante tutto si sia risolto senza gravi conseguenze, il caso ha creato allarmismo tra i genitori che temono si possa ripetere quanto accaduto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Spero che la struttura sia stata chiuda per poi effettuare i controlli necessari. E' davvero impensabile che dei bambini e qualsiasi essere umano possa rimanere all'interno di aule che potrebbero crollare da un momento all'altro. Non aspettiamo di avere dei morti sulla coscienza prima di agire a migliorare le nostre strutture.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!