Iscriviti

Nonno Egidio e nonno Paris, gemelli, tagliano insieme il traguardo dei 100 anni

Oggi, giorno speciale per Egidio e Paris, due fratelli gemelli della provincia romana, che raggiungono insieme i cento anni. Grandi feste per loro da parte di parenti e amici.

Cronaca
Pubblicato il 15 gennaio 2020, alle ore 20:03

Mi piace
11
0
Nonno Egidio e nonno Paris, gemelli, tagliano insieme il traguardo dei 100 anni

Una vita insieme che, a raccontarla oggi, sarà avvincente quasi quanto un romanzo quella di Egidio e Paris Cellini, nati a Morolo – nei pressi di Frosinone – il 15 gennaio 1920, in una umile famiglia che “costringe” – gioco forza – i due bimbi fin da piccoli a lavorare nei campi e a badare agli animali, non avendo libri e/o giocattoli.

Un centenario al quadrato per celebrare il quale è stata organizzata una doppia festa: la prima, con figli e nipoti, in un ristorante di Frascati, l’altra, invece, in uno spazio più ampio che pare sia già sold out – quasi come un concerto – affittato a Palestrina, per spegnere le candeline insieme alla famiglia in senso più lato e ai tanti amici che vogliono far sentire il loro affetto ai due amati nonnini.

A chi chiede loro quale sia il segreto di tanta longevità, rispondono arzilli che è solo fortuna, ma i figli raccontano comunque di una vita attiva sia fisicamente che dal punto di vista degli interessi ma, sottolineano, il vero segreto è stato sempre il forte amore per la vita

Tra i tanti racconti, amano ripetere che l’unico litigio tra loro era, da più giovani, relativo al possesso del fucile da caccia della famiglia. Poi, per il resto, hanno superato tutto insieme, compresa la guerra e le conseguenti difficoltà. Per il bersagliere Egidio, anche 4 anni di carcere in Russia, di cui ricorda con un sorriso sornione la gentilezza delle donne che, di nascosto, procuravano del cibo per i militari.

Proprio a proposito delle difficoltà, una nipote racconta che il nonno ha sempre fame, dopo averla patita per troppi anni, e che perciò i due mangiano di tutto in modo sano, con le loro preferenze ovviamente. Preferenze che saranno rispettate nei menù delle loro feste, benché siano dei gusti semplici legati ai sapori di una volta

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - Bellissime queste notizie di uomini di vecchia tempra che riescono a raggiungere un tale traguardo. Immagino la gioia di figli e nipoti nell'averli ancora con loro e nel poter sentire i loro racconti di un tempo. A me mancano un sacco i miei nonni. Erano una fonte di conoscenza e di saggezza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!