Iscriviti

Niccolò Bettarini accusato di diffamazione: l’ex legale porta in tribunale il figlio di Simona Ventura

Il figlio primogenito di Simona Ventura e Stefano Bettarini è indagato dal tribunale di Milano per il reato di diffamazione ai danni del suo ex legale: ecco i dettagli.

Cronaca
Pubblicato il 13 ottobre 2019, alle ore 12:19

Mi piace
9
0
Niccolò Bettarini accusato di diffamazione: l’ex legale porta in tribunale il figlio di Simona Ventura

Niccolò Bettarini, figlio della showgirl Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini, è tornato alla ribalta della cronaca per essere stato accusato di diffamazione nei riguardi del suo ex avvocato, che lo difese come parte civile durante il processo a carico dei quattro ragazzi che a luglio del 2018 lo aggredirino ferocemente, attentando così alla sua vita.

Era il 1° luglio del 2018 quando il primogenito di Simona Ventura fu picchiato e accoltellato da un gruppo di ragazzi all’uscita di un noto locale milanese; un raid dal quale uscì vivo solo grazie all’immediato e repentino aiuto degli amici di Niccolò che hanno cercato in tutti i modi di frenare ed arginare la ferocia dei suoi aguzzini. 

Niccolò Bettarini indagato per diffamazione

Uno dei suoi aggressori è stato condannato lo scorso marzo a 9 anni, pena da scontare ai domiciliari. La decisione dei giudici del Tribunale di Milano ha con tutta evidenza scontentato Niccolò, che sul suo profilo nel noto social network di condivisioni di immagini Instagram si è lasciato andare ad un duro sfogo, attaccando non solo il giudice ma anche il suo stesso legale, l’avv. Calabrò, lagnandosi perfino della sua parcella. 

Il legame di Bettarini sembra avesse già rimesso il mandato a causa del mancato pagamento delle parcelle da parte del giovane, ottenendo anche un decreto ingiuntivo, ma notizia dell’ultima ora è che l’avvocatessa ha iniziato un’azione penale contro Niccolò per diffamazione. Il procedimento è ancora in una fase iniziale, durante la quale verranno espletate le indagini preliminari, dunque non è ancora certo che Bettarini riceva l’atto di citazione in giudizio. 

Le prove portate dalla Calabrò nella sua denuncia contro Niccolò riguarderebbero frasi dette dal giovane su Instagram e dichiarazioni rilasciate su alcuni media, dove avrebbe tirato in ballo peraltro degli importi di parcelle che – a detta del legale – non corrisponderebbero a verità. Il 2 ottobre ha avuto inizio il processo in appello per i 4 ragazzi che quel primo luglio aggredirono Niccolò, ai quali in primo grado sono state date pene tra i 5 e i 9 anni di reclusione. 

Nel frattempo, sia Simona Ventura che l’ex marito Stefano Bettarini hanno fatto alcuna dichiarazioni sulla denuncia ricevuta da Niccolò. preferendo mantenere ancora una volta un religioso silenzio sulla vicenda.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Non capisco per quale motivo il figlio della Ventura non abbia voluto pagare la parcella. Perché Simona Ventura o Stefano Bettarini non hanno pagato al posto del figlio? Se il ragazzo ha sbagliato nel fare delle dichiarazioni fuori luogo e denigrare il lavoro del suo legale, deve certamente pagare, soprattutto perché lo ha fatto in tv e sui social.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!