Iscriviti
Napoli

Napoli, spari in strada: 3 feriti, grave una bambina di 3 anni

Durante la sparatoria sono rimasti ferite tre persone, tra le quali un pregiudicato di 32 anni ed una bambina di 3 anni. La piccola è stata attraversata dal proiettile, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Cronaca
Pubblicato il 4 maggio 2019, alle ore 00:56

Mi piace
8
0
Napoli, spari in strada: 3 feriti, grave una bambina di 3 anni

Una sparatoria in piazza Nazionale, a Napoli. Ad aprire il fuoco un uomo a bordo di uno scooter. La sparatoria è avvenuta intorno alle 17.30: Salvatore Nurcaro, 32 anni, era l’obiettivo del killer. Nel momento dell’agguato, la piazza era gremita di gente. Da una prima ricostruzione, pare che il pregiudicato Nurcaro, dopo essere stato raggiunto da una raffica di proiettili, sia caduto dinanzi la vetrina del bar “Caffé Elite“. 

L’uomo, subito dopo l’aggressione, è stato trasportato d’urgenza all’Ospedale del Mare. Oltre a lui, altre due persone sono state colpite dagli spari: una bambina di soli 3 anni in cui il proiettile ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però colpire il cuore, e la nonna di 50 anni, Immacolata Molino

La piccola è arrivata intorno alle 17.19 al pronto soccorso, sveglia e cosciente, ma è stata immediatamente trasferita nel reparto di terapia intensiva. Le condizioni cliniche della bambina sono in costante monitoraggio, e si sta valutando quando e come estrarre il proiettile. La nonna, invece, è stata colpita al gluteo, ma non è in pericolo di vita.

La vicenda ha avuto anche risvolti politici. Infatti, l’esponente del PD Franco Roberti ha puntato il dito contro Matteo Salvini, che aveva promesso un rafforzamento del personale delle forze dell’ordine, promessa finora non mantenuta. Anche il presidente della Camera, Roberto Fico, ha espresso il suo disappunto sull’episodio, chiedendo al ministro degli interni maggiore attenzione per Napoli. In più, ha condannato il gesto altamente criminale, e si è auspicato che un evento del genere non si verifichi più.

Infine il sindaco, Luigi De Magistris, ha condannato duramente il vile gesto, soprattutto perché la vittima più colpita è stata una bimba di 3 anni, ferita gravemente ai polmoni. In tal senso, ha espresso il suo cordoglio per la vicenda, e si è detto vicino – emotivamente e nella preghiera – alla famiglia della piccola sofferente. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Un episodio da condannare totalmente. Come sempre, le vittime più deboli sono le più colpite. La bambina di 3 anni è stata colpita più pesantemente. Il proiettile le ha attraversato purtroppo i polmoni. Questa vicenda ci fa capire come siano diventate insicure le città italiane e come i criminali ormai non si facciano alcuno scrupolo nel colpire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!