Iscriviti
Napoli

Napoli, riaperto il caso di Roberta Scarcella. Sono indagate tre amiche

Quello che apparentemente sembra essere stato un suicido, potrebbe nascondere qualcosa in più. Si riapre il caso di Roberta Scarcella, caduta dal sesto piano di un edificio nel 2012. Indagate tre sue amiche.

Cronaca
Pubblicato il 26 febbraio 2019, alle ore 14:08

Mi piace
2
0
Napoli, riaperto il caso di Roberta Scarcella. Sono indagate tre amiche

Si scoprirà nei prossimi giorni la decisione definitiva del gip sul caso di Roberta Scarcella, morta il 15 settembre del 2012 precipitando dal sesto piano della sua abitazione a Portici, in provincia di Napoli. Quello che era stato chiuso come un caso di suicidio, sembra aver dato molti dubbi al gip incaricato, che vedendo una serie di discrasie tra le varie testimonianze raccolte, ha deciso di continuare con le indagini.

Nel registro degli indagati sono stati inseriti tre nuovi nomi: quelli delle amiche di Roberta con cui aveva passato le ore prima in discoteca. Secondo la testimonianza di una vicina di casa in oltre, negli attimi che hanno preceduto la tragedia, ci sarebbe stato un litigio. La riapertura del caso arriva dopo due richieste da parte del pm di archiviazione, negata, entrambe le volte, dal gip.

La riapertura del caso

Quello della 18enne si è rivelato da subito un caso molto complicato; anche per questo il gip incaricato non l’ha voluto archiviare appoggiando la richiesta fatta due volte dal pm. 

Riguardo quella terribile notte del 15 settembre 2012, si conosce solo la serata trascorsa in discoteca della vittima insieme alle tre amiche ora indagate, e la caduta dal sesto piano dell’abitazione della ragazza che le ha provocato la morte. Ciò che ha destato le domande del gip, sono state una serie di discarie, come vengono definite dallo stesso giudice. Le testimonianze delle amiche infatti, non risultano uguali, ed una vicina di casa della vittima ha affermato di aver sentito un litigio subito prima della tragedia. Secondo il gip, anche la scarpa della vittima ritrovata su luogo del decesso, non sembrerebbe confermare le dinamiche raccontate dalle tre amiche.

Nella giornata di ieri si è discusso sulle risultanze degli approfondimenti, frutto dell’incidente probatorio chiesto all’inizio del 2018 dal sostituto procuratore, e nei prossimi giorni verrà ufficializzato il risultato: il caso infatti, sarà archiviato definitivamente oppure le indagini che vedono indagate le tre amiche di Roberta Scarcella, continueranno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Spero che il gip incaricato del caso possa prendere delle decisioni sagge proprio come ha fatto fino a questo momento, perchè sia fatta giustizia per la morte di una giovanissima ragazza. Con la speranza si sia trattato solo di un drammatico incidente e che le tre amiche non centrino nell'accaduto, attendiamo di sapere la decisione presa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!