Iscriviti
Napoli

Napoli, l’appello di due extracomunitari: "no elemosina ma integrazione e sorrisi"

Due extracomunitari hanno deciso di scendere in strada per fare qualche lavoro di manutenzione nella città. Quello che hanno chiesto ai cittadini non è elemosina ma integrazione e sorrisi.

Cronaca
Pubblicato il 27 maggio 2019, alle ore 08:33

Mi piace
3
0
Napoli, l’appello di due extracomunitari: "no elemosina ma integrazione e sorrisi"

Arriva da Torre del Greco, in provincia di Napoli, la curiosa storia che vede protagonisti due ragazzi extracomunitari che hanno deciso di fare un gesto significativo che ha commosso i molti abitanti della città. In mezzo alle molte notizie che vedono gli stranieri vittime di razzismo e violenze, o esecutori di altrettanti episodi discutibili, i due ragazzi da poco trasferiti nel paese hanno deciso di scendere in strada e di mettersi in prima persona in gioco.

I protagonisti sono due giovani che da poco si sono trasferiti in via Montedoro, un rione di Torre del Greco. Senza che nessuno avanzasse alcuna richiesta, i nuovi cittadini sono scesi in strada e hanno sistemato il quartiere nord pulendo le strade, tagliando l’erba e potando alcuni alberi, con grande soddisfazione degli abitandi della zona. A rendere ancora più significativa questa loro iniziativa è quello che i due extracomunitari chiedono in cambio per il loro lavoro: integrazione.

“Niente elemosina, integrazione”

Desidero integrarmi onestamente nella vostra città” si può leggere nel cartello posto in strada accanto ai due ragazzi che in questi giorni si stanno occupando di tenere il rione di Montedoro pulito e ordinato. Non chiedono soldi, se non un caffè come i cittadini di Torre del Greco sono sempre stati soliti offrirgli, ma sperano di poter ricevere qualcosa di più pofondo e sincero.

Da oggi terrò pulita la vostra città“, continua il loro messaggio, in cui si afferma che ogni materiale come palette, scope e tutto ciò che è necessario per pulire, è ben accetto se qualcuno volesse regalarlo ai ragazzi, ma la cosa più importante è che non gli venga negato un sorriso, “perchè quello è gratis“.

Sono stati in molti a commentare questa curiosa iniziativa portata avanti dai due giovani, che sono riusciti a farsi strada nei cuori dei molti cittadini di Torre del Greco. Alcuni di loro hanno anche ironizzato sulla questione, definendosi pronti a votarli come nuovi assessori della città.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - L'integrazione è possibile. Dobbiamo solo iniziare a comprendere che la cattiveria fa purtroppo parte dell'essere umano, e così come ci sono molti immigrati che commettono crimini, ci sono altrettanti italiani che fanno lo stesso. Ma c'è anche una grande parte che è qui per vivere, per amare e essere amata, e pronta a mettersi in gioco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!