Iscriviti
Napoli

Napoli, disabile morta in casa: madre veglia il corpo per un mese

Trovato il corpo privo di vita di una 52enne disabile. Secondo i primi accertamenti la donna sarebbe morta da più di un mese: la madre era al suo fianco a vegliare sul corpo.

Cronaca
Pubblicato il 11 aprile 2019, alle ore 09:17

Mi piace
2
0
Napoli, disabile morta in casa: madre veglia il corpo per un mese

Macabro ritrovamento quello fatto dai Carabinieri a Casalnuovo, in provincia di Napoli, dove all’interno di un appartamento è stato rinvenuto il corpo privo di vita di una donna di 52 anni disabile del posto. Secondo i primi accertamenti svolti sul luogo del ritrovamento, la vittima era morta da alcune settimane, forse nel mese di febbraio, ma sarà l’autopsia a rivelare nel dettaglio il periodo del decesso.

Ad allarmare i militari sono stati dei condomini che si sono insospettiti vedendo il comportamento dell’anziana madre che viveva con la 52enne, e non solo. Secondo il racconto di alcuni di loro, dall’appartamento della vittima proveniva un forte odore ed era continuamente pieno di mosche. Non sembrerebbero esserci segni di violenza sul corpo della deceduta.

La scoperta

Nella giornata di ieri, mercoledì 10 aprile, è stato rinvenuto in un appartamento a Casalnuovo in provincia di Napoli, il corpo in avanzato stato di decomposizione di una donna di 52 anni. La donna era disabile e, per questo, abitava insieme alla madre che, sin dal decesso della donna, ha vegliato sul corpo della figlia.

A chiamare i Carabinieri sono stati i condomini dell’anziana donna, insospettiti dall’atteggiamento di questa nell’ultimo periodo. Stando alle dichiarazioni rilasciate, infatti, da tempo non vedevano la madre gettare nell’immondizia il necessario per prendersi cura della figlia e, dall’appartamento proveniva un forte odore ed era costantemente pieno di mosche.

Giunti i Carabinieri e scoperto il cadavere sono state eseguite delle prime analisi in casa, da cui è risultato che la donna è morta da diverse settimane; anche se la madre ha attribuito la data del decesso nel mese di marzo, potrebbe addirittura risalire a quella di febbraio. Non sembrerebbero esserci segni di violenza sul corpo della vittima, e quindi si tratta di morte naturale ma i dettagli verranno forniti dall’autopsia che si svolgerà nei prossimi giorni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una notizia davvero triste. Quando le madri arrivano a compiere questi gesti, può farci capire solo lontanamente il grande dolore che queste persone stanno provando. La nostra vicinanza va alla madre e ai familiari della vittima, e a tutti coloro che stanno soffrendo per questa perdita e questa drammatica storia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!