Iscriviti
Napoli

Napoli, dimessa dall’ospedale muore: due medici indagati per omicidio colposo

Una 36enne è stata dimessa dall'ospedale con la diagnosi di lombo sciatalgia, ma dopo tre giorni la ragazza muore. Con l'autopsia si scopre la tragica verità, ed i medici vengono inseriti nel registro degli indagati.

Cronaca
Pubblicato il 3 febbraio 2019, alle ore 09:11

Mi piace
1
0
Napoli, dimessa dall’ospedale muore: due medici indagati per omicidio colposo

Anna Siena aveva solo 36 anni, ed è morta dopo tre giorni dalle dimissioni del pronto soccorso, dove i medici le avevano diagnosticato una lombosciatalgia. Dei dolori lancinanti che hanno costretto la donna ad una visita urgente all’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli dove, secondo il legale della famiglia, se solo le fosse stata fatta un’ecografia ora sarebbe ancora in vita.

Il decesso è avvenuto il 18 gennaio scorso, ma solo in questi giorni è stata disposta l’autopsia sul corpo di Anna, che ha rivelato il motivo della sua morte, e ha così inserito i due medici responsabili della sua dimissione e della visita, nel registro degli indagati per omicidio colposo. La 36enne infatti, aveva in grembo un feto ormai privo di vita. 

L’ecografia

Il calvario di Anna risale al mese di gennaio, quando è stata portata al pronto soccorso accusando dei forti dolori alla schiena e all’addome. Secondo i medici però, non si trattava di nulla di troppo grave, e l’hanno dimessa con il consiglio di farsi fare un’ecografia e di prendere degli analgesici in caso di forti dolori. Da quel momento sono passati solo tre giorni prima che accadesse la tragedia.

Inizialmente gli analgesici hanno diminuito il dolore della donna, ma dopo pochi giorni le fitte sono ritornate più forti di prima, obbligando così la famiglia di Anna a riportarla in ospedale dov’è poi deceduta. 

La famiglia della 36enne ha capito fin da subito che qualcosa non era stato eseguito nel modo migliore, e ha per questo incaricato i propri avvocati, Sergio e Angelo Pisani, di fare chiarezza sulle responsabilità dei medici. A distanza di settimane, è stato disposta l’autopsia sul corpo della donna che ha rivelato la causa della sua morte: in grembo portava un feto privo di vita. Secondo gli avvocati, se solo fosse stata fatta un’ecografia ad Anna, con un semplice intervento ora sarebbe probabilmente ancora in vita. I due medici sono ora indagati per omicidio colposo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - La cosa più spaventosa di queste storie, è che purtroppo non ci meravigliamo più. Viviamo in una realtà in cui queste vicende sono diventate all'ordine del giorno, ma così come dicono gli avvocati stessi, è davvero assurdo che delle giovani vite finiscano in un modo tanto assurdo, quando con degli esami basilari si possono salvare ed evitare tutto il dolore che ne deriva.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!