Iscriviti
Napoli

Napoli, crolla una parete a scuola: contusi 5 bambini ed una maestra incinta

Crolla una parete all'interno di una scuola elementare in provincia di Napoli. Cinque bambini sono rimasti contusi e con loro anche una maestra al quarto mese di gravidanza.

Cronaca
Pubblicato il 18 aprile 2019, alle ore 09:30

Mi piace
1
0
Napoli, crolla una parete a scuola: contusi 5 bambini ed una maestra incinta

Grande paura quella che si è vissuta in provincia di Napoli nella giornata di ieri, mercoledì 17 aprile, quando verso le 12 una parete all’interno dell’Istituto Comprensivo Tenente De Rosa di Sant’Anastasia, è crollata contro alcuni alunni presenti in classe. A causa del cedimento sono rimasti contusi cinque bambini ed una maestra al quarto mese di gravidanza, che stava svolgendo una lezione di sostegno ad un bambino disabile: per proteggere il bimbo, si è ferita alla testa e ad una spalla.

A commentare l’accaduto è stato il sindaco Lello Abete, che ha subito raggiunto l’Istituto per controllare in prima persona quanto accaduto. Il sindaco, accompagnato da alcuni consiglieri comunale, ha assicurato che i vigili del fuoco hanno controllato l’intera struttura perché non fossero presenti altre pareti a rischio crollo, concludendo che un incidente di questo genere non doveva accadere e che verrà fatto il possibile perché non ricapiti.

Crolla una parete a scuola

Secondo quanto è stato affermato dopo un primo sopraluogo del posto, la parete crollata era fatta in calcestruzzo cellulare per dividere due classi, ed è stata realizzata per murare un’apertura presente in principio, molto probabilmente una porta a più ante. Dalle foto pubblicate del crollo, infatti, è possibile notare gli stipiti di legno che facevano da cornice ai mattoni di calcestruzzo cellulare della parete che ha ceduto.

Le mamme degli alunni hanno raccontato di essere venute a prendere i figli che hanno descritto ancora in lacrime il forte boato udito che ha anticipato il crollo. Si contano cinque bambini contusi durante l’incidente, di cui uno colpito dai mattoni del muro ed un altro che si è ferito alla gamba mentre si allontanava spaventato dall’aula.

Tra i contusi è presente anche una maestra di sostegno al quarto mese di gravidanza, che si trovava nell’aula insieme ad un alunno con disabilità. Per proteggere il bimbo, la maestra è stata colpita alla testa e ad una spalla, ma i controlli fatto successivamente hanno confermato la salute della donna e del figlio che porta in grembo. Sono ora in corso le indagini per comprendere eventuali responsabilità dell’accaduto e per valutare l’eventuale inagibilità della struttura. Ieri era, comunque, l’ultimo giorno di scuola per i bambini prima delle feste di Pasqua, e fino al 29 aprile non ritorneranno tra i banchi scolastici.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Continuano gli incidenti tra le mura scolastiche accompagnati da frasi di routine quali "incidenti come questi non devono succedere", oppure "faremo di tutto perchè non accadano più". Eppure, le settimane continuano a passare, e gli incidenti continuano ad accadere in tutte le zone d'Italia, e a rimetterci sono sempre i più piccoli e le maestre presenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!