Iscriviti

Napoli: carabiniere uccide un 17enne che non si è fermato all’alt

Un carabiniere ha ucciso un 17enne a bordo del proprio scooter che non si era fermato all'alt. Il colpo sarebbe partito accidentalmente. Restano in corso le indagini. Gli abitanti del posto e la famiglia insorgono e distruggono due auto dei carabinieri

Cronaca
Pubblicato il 5 settembre 2014, alle ore 11:18

Mi piace
0
0
Napoli: carabiniere uccide un 17enne che non si è fermato all’alt

Un ragazzo a bordo del suo scooter non si ferma all’alt ed un carabiniere gli spara, uccidendolo. È successo a Napoli e questa è la ricostruzione dei fatti secondo gli stessi militari che hanno accidentalmente sparato con la propria pistola di ordinanza nei confronti di un ragazzo di soli 17anni, colpevole di non essersi fermato allo stop imposto dagli agenti.

Durante un normale controllo di pattuglia, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno notato che tre persone a bordo di uno scooter stavano circolando in maniera sospetta lungo Viale Traiano. Questa almeno la versione e l’impressione degli agenti.

Gli agenti, quindi, hanno intimato l’alt, al quale però i tre non si sono fermati. A questo punto nasce un vero e proprio inseguimento, che si è concluso quando il conducente della scooter ha preso un’aiuola ed ha quindi perso il controllo del proprio mezzo. Finito per terra, però, il ragazzo non si è perso d’animo ed ha continuato la sua fuga a piedi. Il carabinieri lo ha prontamente inseguito, ma il giovane ha fatto perdere le sue tracce.

Nel frattempo, però, mentre l’altro agente bloccava gli altri due a bordo del mezzo, è partito accidentalmente un colpo dalla pistola d’ordinanza. Il proiettile ha raggiunto il giovane di 17 anni. Immediati i soccorsi per cercare di salvare la vita del giovane. La corsa all’ospedale San Paolo, però, è stata vana dal momento che il giovane è deceduto poco dopo.

Al momento l’autorità giudiziaria giunta sul posto sta ancora indagando sui fatti e sulla reale dinamica dei fatti, che hanno portato alla morte di un ragazzo di soli 17 anni, colpevole di non essersi fermato allo stop degli agenti.

Gli abitanti del posto ed i familiari si sono subito ribellati ed hanno distrutto completamente due auto dei carabinieri in seguito alla morte del giovane 17enne.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!