Iscriviti
Napoli

Napoli: allerta meteo il 3 ottobre. Scuole chiuse, allagamenti, rovesci, vento e blackout elettrici

Allerta meteo gialla a Napoli e in Campania. Le scuole resteranno chiuse a causa dei fenomeni temporaleschi particolarmente potenti. Ecco cosa succederà nelle prossime ore.

Cronaca
Pubblicato il 2 ottobre 2019, alle ore 22:49

Mi piace
3
0
Napoli: allerta meteo il 3 ottobre. Scuole chiuse, allagamenti, rovesci, vento e blackout elettrici

Il pomeriggio di mercoledì 2 ottobre è stato particolarmente piovoso a Napoli. Verso le ore 17.00 la città partenopea è stata letteralmente inondata d’acqua da una violenta tempesta di pioggia. Il meteo ha portato delle condizioni ancora peggiori che hanno obbligato il comune a diramare l’allerta meteo gialla per giovedì 3 ottobre 2019. Le scuole, i cimiteri e alcune strade saranno chiusi. Il vento, sin dalle prime ore dell’alba, registrerà una velocità prossima ai 50 km/h.

Questi rovesci sono dovuti al blitz artico che comporterà nelle prossime ore un abbassamento delle temperature anche di 10 gradi, dicendo definitivamente addio alle temperature estive di questi giorni. Il temporale del pomeriggio ha già causato diverse inondazioni e, in particolare sulla riviera di Chiaia, alcuni negozi sono stati costretti a chiudere anticipatamente proprio a causa degli allagamenti.

Allerta meteo a Napoli: strade inondate e blackout

Sempre nelle zone di Chiaia, sono stati registrati dei blackout elettrici. Anche le province di Napoli non se la passano bene, con Torre del Greco e alcuni litorali flegrei colpiti da vere e proprie bombe d’acqua. A Pozzuoli, invece, un fulmine ha fatto registrare diversi danni alla chiesa Santa Maria delle Grazie in piazza della Repubblica. I danni maggiori sono stati registrati sul tetto con la copertura che si è letteralmente sbriciolata.

L’allerta meteo diramata inizia dalle ore 20.00 del 2 ottobre fino alle ore 20.00 del giorno seguente, il 3 ottobre. Il meteo, infatti, riporta “precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, puntualmente anche intense”. È prevista una rapida evoluzione dei fenomeni e possibilità sparsa di rischio legato alla caduta di alberi, grandinate e fulminazioni.

Nelle zone più vicine alla costa, invece, sono segnalati dei rischi legati alla franosità delle pareti rocciose. Logicamente, per qualsiasi emergenza, basta chiamare i vigili del fuoco, visto che hanno i mezzi più idonei a superare eventuali allagamenti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Ogni volta che sento parlare di allerta meteo e pericolo di caduta alberi, mi torna in mente il 29 ottobre del 2018. Ero all'università per seguire i corsi, nonostante l'allerta meteo. Nessuno immaginava quello che sarebbe successo di lì a poco. Nelle aule le porte e le finestre sbattevano nonostante si tentasse di bloccarle con sedie e bidoni dell'immondizia. Un giorno particolarmente strano: al termine dei corsi, mentre tutti eravamo sulla strada per prendere la metropolitana, un mio amico fu schiacciato da un albero letteralmente sradicato dal vento. Non ci fu niente da fare per lui e, anche per tornare a casa, dovetti prestare particolare attenzione perché cadevano cornicioni come se niente fosse e volavano rami interi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!