Iscriviti

Monza, 57enne uccisa dal marito perché voleva lasciarlo. L’uomo poi si costituisce

L'uomo ha inseguito la moglie per strada e le ha sparato con una pistola di grosso calibro colpendola al cuore. La coppia era in crisi e si stava separando.

Cronaca
Pubblicato il 21 aprile 2018, alle ore 11:27

Mi piace
6
3
Monza, 57enne uccisa dal marito perché voleva lasciarlo. L’uomo poi si costituisce

Un altro femminicidio ha sconvolto il nostro paese: una donna di 57 anni è stata uccisa dal marito con alcuni colpi di pistola indirizzati al cuore. La vicenda è accaduta in un paese alle porte di Monza, Bovisio Masciago, città in cui abitava la coppia. Erano all’incirca le 13 quando l’uomo ha seguito la moglie in auto lungo corso Italia, deciso a compiere il tragico gesto.

A bordo di una Smart l’uomo ha seguito la moglie che invece era alla guida della sua Alfa Romeo Giulietta. Così, mentre la donna, inconsapevole di quanto stava per accadere, era ferma ad un semaforo, lui è sceso e le si è avvicinato, poi ha sparato contro di lei, proprio in direzione del cuore, almeno quattro colpi di pistola.

La vittima è Valeria Bufo, una donna impiegata in un’azienda del posto, mentre l’assassino, che è anche suo marito, è Giorgio Truzzi, un autista che poi, forse pentito del gesto compiuto, è andato alla caserma dei carabinieri di Seveso a costituirsi.

Sul posto dove è avvenuto il terribile omicidio, che in pratica è proprio nel centro del paese, erano presenti alcuni testimoni che hanno inevitabilmente assistito alla vicenda, ma non hanno saputo specificare se la donna sia scesa di sua volontà dalla vettura oppure il marito le abbia intimato di scendere.

Subito dopo gli spari, alcuni passanti hanno lanciato l’allarme e hanno anche chiamato gli operatori del 118 che, giunti tempestivamente sul posto, hanno fatto di tutto per salvarla, ma invano. La donna, gravemente ferita, è morta ancor prima di giungere all’ospedale San Gerardo di Monza. Il decesso è avvenuto in ambulanza e per lei non c’è stato nulla da fare. 

Alla base della furia omicida dell’uomo pare ci fosse la crisi di coppia e la separazione in corso: la donna aveva deciso di lasciarlo e già due settimane fa aveva comunicato al marito le sue intenzioni, ma l’uomo non voleva saperne. La coppia ha tre figli, una ragazza di 17 anni e altri due figli poco più che ventenni. Una decisione presa dalla vittima un paio di settimane fa, che il 57enne non aveva accettato. A condurre le indagini sul caso sono i carabinieri della compagnia di Desio, che stanno cercando l’arma del delitto, detenuta illegalmente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Michelangelo Ricupati

Michelangelo Ricupati - Ancora un altro femminicidio, l'ennesimo, che vede vittima una donna a causa di una decisione che non piace al compagno. Ma lasciarsi, anche se è indubbio che si soffra, non è un motivo per togliere la vita a chi si vuole bene. Altrimenti, dove sta l'amore? Se chi uccide amasse veramente quella data persona, non la ucciderebbe!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!