Iscriviti
Milano

Milano, commessa ferita gravemente all’uscita di un locale

Una commessa 32enne è stata accoltellata ad una gamba all'uscita di un locale della movida milanese da un gruppo di stranieri. È stata operata ma è ancora in fin di vita.

Cronaca
Pubblicato il 18 ottobre 2021, alle ore 15:23

Mi piace
2
0
Milano, commessa ferita gravemente all’uscita di un locale

Una commessa 32enne di Segrate (Milano) è stata ferita in modo grave domenica notte nel corso di una rissa all’esterno di un locale di corso Como, nel cuore della movida milanese.

Le sono state inflitte 2 coltellate alla coscia, la più grave ha reciso l’arteria femorale. Il marito la carica in macchina e corre disperatamente all’ospedale Niguarda per il tentativo disperato di bloccare l’emorragia. La ragazza è gravissima e la sua vita è appesa a un filo. La ragazza è stata operata, i medici sono riusciti a ridurre la lesione ma le sue condizioni restano molto gravi. Sembra che la ragazza sia stata avvicinata da un gruppo di stranieri, di origine africana, per un tentativo di rapina, insieme con lei c’erano il marito e alcuni amici. La reazione del marito avrebbe poi acceso lo scontro.

È stato ferito anche un 21enne senegalese, è stato accoltellato ad una gamba, ma in modo lieve. Per i carabinieri, il 21enne sarebbe un membro del gruppo dei rapinatori. Ancora tutta da chiarire però la dinamica perché sembra che entrambi i feriti siano stati colpiti con lo stesso coltello. La rissa è avvenuta alle 5.20 circa in una traversa di corso Como.

La ragazza, suo marito e alcuni amici avevano trascorso la serata alla discoteca Hollywood. Alle 5 di mattina, orario di chiusura, il gruppo s’è trasferito nella strada vicina per entrare nello storico locale Tocqueville 13. Ma la sala era in chiusura. Quando marito e moglie si trovavano già in strada, sarebbero stati avvicinati dal gruppo di stranieri che avrebbero cercato di rapinarli.

Ma la dinamica è poco chiara, il marito della ragazza gravemente ferita, con dei precedenti pendenti, ha fatto un racconto confuso ai carabinieri forse per il troppo alcol assunto. Il suo resoconto della serata è in analisi da parte degli inquirenti del Nucleo investigativo e della compagnia Duomo i quali stanno esaminando le immagini delle telecamere dei locali della zona e hanno interrogato alcuni amici: “Ci hanno aggredito, ho reagito”, anche il loro racconto è molto confuso per via dell’alcol.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Costantino

Giuseppe Costantino - Penso che la sicurezza di girare nella propria città a qualsiasi orario dovrebbe essere un diritto di qualsiasi cittadino. Essere aggrediti per una rapina e finire in fin di vita non è assolutamente accettabile. Ci vorrebbe una pena esemplare per gli autori del crimine, i giudici dovrebbero infliggere il massimo della pena per evitare che altri episodi del genere si verifichino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!