Iscriviti
Milano

Milano, scoppia focolaio Covid in una palestra: decine di contagiati

Il contagio è esploso alla "Virgin" di Milano, in zona Citta studi-Lambrate in via Amadeo. Delle decine di positivi riscontrati nessuno di loro è in un ospedale. L'Ats sta verificando se siano stati rispettati tutti i protocolli di sicurezza anti coronavirus.

Cronaca
Pubblicato il 12 giugno 2021, alle ore 14:25

Mi piace
0
0
Milano, scoppia focolaio Covid in una palestra: decine di contagiati

In questo periodo tutte le attività stanno riaprendo al pubblico, come anche le palestre, e per questo la gente sta ricominciando a muoversi in maniera massiccia. Il peggio dell’epidemia, nel nostro Paese, sembra ormai essere alle spalle, anche se la guardia deve rimanere assolutamente alta. Ce lo fa capire un episodio che si è verificato in queste ore a Milano, dove in una palestra è scoppiato un focolaio Covid di dimensioni comunque non preoccupanti. Circa una decina di persone sono state infatti trovate positive al coronavirus Sars-CoV2.

Dobbiamo precisare, questo anche per dovere di informazione, che nessuno dei contagiati si trova in ospedale e che non ci sono anziani coinvolti. Si tratterebbe perolopiù di giovani. L’Ats di Milano ha preso nota della situazione e sta procedendo ad effettuare tutte le verifiche del caso: si vuole capire se all’interno della palestra siano state rispettate tutte le norme anti Covid-19. L’attività dove è scoppiato il focolaio si trova in via Amadeo, precisamente in zona Città studi-Lambrate ed è la “Virgin”

Eseguiti 150 tamponi

L’attività, come da protocollo sanitario, aveva conservato i nomi di tutti coloro che frequentano la palestra, per cui non è stato difficile contattare tutte le persone coinvolte per invitarle a sottoporsi ad un tampone. Sono stati eseguiti quindi ben 150 test, che hanno consentito il tracciamento dei contatti

La “Virgin”, come tutte le altre palestre, ha riaperto alla fine del mese di maggio. L’Ats ritiene che i contagi siano esplosi durante dei corsi organizzati. Questo particolare è ancora però tutto da verificare con precisione. Come già detto, tutti i contagi sono in quarantena a casa e nessuno si trova in ospedale. 

Al momento le sale della palestra sono state tutte sanificate e l’attività starebbe proseguendo tranquillamente la sua attività. Saranno le autorità a verificare se nei locali della palestra ci sia stato inoltre il ricambio d’aria o se il focolaio sia scoppiato anche in seguito alla presenza di una variante.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire di come il virus circoli ancora tra noi, per questo bisogna ancora rispettare tutte le regole anti contagio. Fortunatamente le persone contagiate non sono in gravi condizioni e sono in quarantena a casa. La guardia non deve mai essere abbassata e bisogna ricordare che la vaccinazione è l'unico modo possibile che abbiamo per poter uscire dalla pandemia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!