Iscriviti
Milano

Milano, manifestante No Green Pass chiama i carabinieri: "Non vogliono farci passare"

L'assurdo episodio si è verificato nel pomeriggio di ieri a Milano, dove una persona è stata bloccata dalla Polizia in quanto l'area tra Piazza Fontana e il Duomo era chiusa in modo che non ci fossero cortei non autorizzati.

Cronaca
Pubblicato il 14 novembre 2021, alle ore 10:31

Mi piace
1
0
Milano, manifestante No Green Pass chiama i carabinieri: "Non vogliono farci passare"

La giornata di ieri, sabato 13 novembre, è stata la prima in cui è entrato in vigore il nuovo regolamento che riguarda le manifestazioni No Vax e No Green Pass. Infatti da ora in poi sarà vietato effettuare lunghi cortei che vanno a bloccare poi il traffico cittadino e le attività commerciali: secondo quanto stabilito dal Viminale ci potranno solo essere sit-in statici in zone autorizzate dalle Questure. Questo lo si è deciso anche per non dare spazio ai facinorosi, che durante la manifestazioni No Green Pass hanno già provocato molti danni.

Nel pomeriggio di ieri un’altra protesta contro il Green Pass, la 17esima, è andata in scena a Milano, e alcune persone hanno tentato di sfondare il cordone di Polizia che proteggeva gli obiettivi sensibili della città, volendo creare appunto un corteo. Tra Piazza Fontana e il Duomo c’erano gli agenti della Polizia di Stato schierati in tenuta antisommossa. Qui un manifestante ha tentato di superare il cordone ed è stato fermato dagli agenti. Per tutta risposta lui ha chiamato i carabinieri

Il manifestante: “Voglio fare una denuncia”

Questa persona ha quindi composto il numero 112 dei carabinieri e ha pronunciato testuali parole. “Voglio fare una denuncia. I signori non vogliono farci camminare” – così ha detto l’uomo chiamando i carabinieri, informando i militari che i manifestanti fossero chiusi in Piazza Fontana. 

Tra l’altro non è la prima volta che un manifestante fermato dalla Polizia chiami i carabinieri. La scorsa settimana, sempre a Milano, un altro manifestante No Green Pass chiamò i carabinieri per denunciare la Polizia, in quanto gli agenti avevano bloccato il corteo impedendogli di proseguire.

La manifestazione di ieri a Milano è stata molto sentita dagli appartenti al mondo No Vax e No Green Pass, in quanto vi è stata anche la partecipazione di Robert Kennedy Jr. nipote dello storico presidente degli Stati Uniti, il quale è un sostenitore delle teorie anti pandemia e No Green Pass. Le forze dell’ordine hanno identificato 30 persone, 4 delle quali sono state denunciate e 10 hanno ricevuto un foglio di “via”. La Polizia ha arrestato anche due manifestanti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Ormai le manifestazioni anti Green Pass si verificano ogni sabato in Italia, per questo il Viminale ha deciso per una stretta. Non si potranno fare da ora in poi cortei per le città, ma solo sit-in statici lontano dai centri storici. Ma questo manifestante forse non era a conoscenza delle nuove regole che vietano appunto i cortei per le città. Chiamare i carabinieri non è servito a niente.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

14 novembre 2021 - 11:27:19

Mi auguro che tali restrizioni vengano adottate anche quando si manifesta per i sindacati, per la proposta di legge Zan, e per il 25 Aprile. Ogni assembramento vale allo stesso modo: il virus d'altronde non guarda in faccia a motivazioni e ideali, no?

0
Rispondi