Iscriviti
Bologna

Michele Merlo non ce l’ha fatta: è deceduto per emorragia cerebrale scatenata da leucemia fulminante

Michele Merlo, il giovane e promettente artista di Amici e X Factor è deceduto, nelle scorse ore, per emorragia cerebrale a seguito di leucemia fulminante.

Cronaca
Pubblicato il 7 giugno 2021, alle ore 11:24

Mi piace
0
0
Michele Merlo non ce l’ha fatta: è deceduto per emorragia cerebrale scatenata da leucemia fulminante

Purtroppo Michele Merlo, 28 anni, concorrente di X Factor e Amici, non ce l’ha fatta e il suo cuore ha spesso di battere nella tarda serata di ieri. Il giovane era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore di Bologna, dopo essere stato colpito, nella notte tra giovedì e venerdì, da un’emorragia cerebrale, scatenata da una leucemia fulminante, e dove era stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

I genitori di Michele, Mike Bird (questo il suo pseudonimo) avevano dichiarato, in un comunicato diffuso con i propri consulenti, che le condizioni del figlio stavano peggiorando di ora in ora e che nei giorni precedenti il ragazzo era stato rispedito a casa dal pronto soccorso. Sul caso l’Ausl, con un’indagine interna, sta cercando di fare chiarezza. 

L’accaduto

Papà Domenico racconta che suo figlio è andato in pronto soccorso di Vergato in piena autonomia, lamentando sintomi che un medico accorto avrebbe colto: forte emicrania da giorni, dolore al collo, placche in gola...segnale tipico della leucemia. Di lui non gli è rimasto un referto medico ma solo un braccialetto col codice a barre e un audio che ha mandato alla sua fidanzata, in cui era incazzato perchè gli avevano detto che stava intasando il pronto soccorso per due placche alla gola. 

Anche durante l”intervento richiesto nella serata di giovedì, pare che la situazione non fosse molto chiara.Purtroppo Michele non ce l’ha fatta. Nato in provincia di Vicenza, classificatosi quinto al talent show Amici di Maria De Filippi, aveva pubblicato come suo primo album d’esordio Cinemaboy, fino a Cuori stupidi del 2020. 

Un ragazzo che amava lo sport, non beveva, non aveva mai usato droghe; un ragazzo a cui piaceva la bella vita, mangiare bene, le cose belle. In tanti i messaggi di cordoglio dal mondo della musica. Emma Marrone, che gli ha dedicato un concerto, scrive: “Ciao Michele. Ieri sera ho cantato forte per te…”. Molto toccante il commento di Ermal Meta: “Che ingiustizia morire a 28 anni, che dispiacere, riposa in pace ragazzo“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una morte terribile, impreviste, innaturale se così possiamo definirla. Un ragazzo pieno di risorse, talentuoso, sportivo, stroncato da un terribile male. Spero che sulla vicenda si indaghi a fondo, in particolare sul fatto che si sarebbe potuto o meno salvare grazie a un tempestivo intervento diagnostico, senza prendere sottogamba la cosa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!