Iscriviti

Melissano, Lecce: bimba di 10 anni soffoca con un pezzo di carne e muore

Il gesto più naturale del mondo, quello di una madre che sfama la sua piccola, è costato la vita a Serena Bianco, morta a causa di un boccone di carne andato di traverso. Nel paese è già partita una gara di solidarietà a sostegno della famiglia.

Cronaca
Pubblicato il 31 luglio 2017, alle ore 12:38

Mi piace
13
0
Melissano, Lecce: bimba di 10 anni soffoca con un pezzo di carne e muore

In un piccolo paesino della provincia di Lecce, precisamente a Melissano (comune italiano di 7.356 abitanti), sito nel versante occidentale del basso Salento, nella giornata di domenica 30 luglio 2017, si è consumata una tragedia che sa davvero dell’incredibile, e ad esserne protagonista è una bambina di 10 anni, Serena Bianco, che  solo lo scorso aprile avrebbe ricevuto il sacramento della prima comunione.

La giovane ragazzina infatti, secondo la ricostruzione dei carabinieri locali, diretti dal maresciallo Alessandro Borgia, è morta poco prima dell’ora di pranzo (11:40) quando, nella sua abitazione in via Piazza Vecchia, in compagnia dei genitori, ha espresso la volontà di voler assaggiare un pezzo di carne, probabilmente spinta dalla fame. Ovviamente la madre, come avrebbe fatto qualunque altra madre amorevole, non ha potuto non accontentare la sua piccola, ignara del fatto che, proprio questo gesto così semplice, le sarebbe costato la vita: il boccone infatti le è andato di traverso, ostruendo la trachea, e mettendo così fine all’ innocente esistenza della piccola Serena.

Un dramma inimmaginabile consumatosi proprio sotto gli occhi dei genitori i quali, nel loro piccolo, hanno cercato in tutti i modi di aiutare la loro piccoletta in attesa dell’ arrivo del 118: ma vani sono stati tutti i tentativi di rianimarla poiché Serena si è spenta in pochissimi istanti.

Si svolgeranno lunedì 31 luglio 2017, alle ore 17:00 nella la chiesa della Beata Vergine Maria del Rosario di Melissano, i funerali della piccola Bianco – grazie al magistrato di turno, la dottoressa Maria Vallefuoco, che ha disposto immediatamente lo svincolo della salma dichiarando si sia trattato solo di una bruttissima disgrazia – e tra il cordoglio degli abitanti è già partita una gara di solidarietà per aiutare l’umile famiglia di Serena (attualmente in difficili condizioni economiche causate dalla mancanza di un lavoro stabile) a sostenere le spese dei funerali.

Su Facebook infatti, nel gruppo “Sei di Melissano ieri, oggi e domani” è stata lanciata una raccolta fondi con l’ hastag #siifeliceSerena, dove viene espressamente citata la possibilità, per chi lo desidera, di contribuire alle spese del funerale con un bonifico intestato a Valentino Bianco (codice Iban: IT82D0760116000001030722415) oppure con un versamento sulla carta Postapay n. 4023 6009 2535 3379 intestata a Mauro Bianco (codice fiscale BNCMRA92A15D862F).

Il messaggio Facebook recita anche testuali parole: “Grazie a tutti, concittadini e forestieri, per quanto potrete fare, liberamente, autonomamente, nel segreto della vostra generosità!“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sonia Verardo

Sonia Verardo - Come si può accettare una disgrazia simile? Non oso immaginare il dolore che i genitori stanno provando in questi giorni: deve essere qualcosa di davvero straziante, che ti toglie il respiro e che non ti permetterà più di vivere la vita serenamente. Povera piccola che destino crudele! E' davvero difficile anche solo esprimere i propri pensieri in certe tragiche circostanze.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!