Iscriviti

Maxi-sequestro a Milano di elastici per braccialetti, sono tossici

Sono stati sequestrati a Milano venti milioni di elastici per braccialetti. Secondo l'esperto i materiali di fabbrica non rispettano le direttive europee, e sono altamente nocivi per la salute dei bambini

Cronaca
Pubblicato il 3 ottobre 2014, alle ore 11:56

Mi piace
0
0
Maxi-sequestro a Milano di elastici per braccialetti, sono tossici

braccialetti colorati sono stati la moda dell’estate 2014 e hanno fatto impazzire soprattutto i bambini, che li hanno indossati intrecciati e sfoggiati in tante occasioni. Purtroppo però è stato scoperto che i braccialetti colorati fatti con gli elastici, i cosiddetti ‘loom bands’, sono anche tossici, a causa di una sostanza contenuta che è il ftalati, una sostanza chimica derivata dal petrolio che serve ad ammorbidire le materie plastiche.

La polizia ha sequestrato ieri a Milano venti milioni di elastici colorati, illegali perché non contenevano il marchio CE, e dunque non conformi ai requisiti richiesti dalla legge europea. Un laboratorio inglese ha anche fatto un test sulla sicurezza dei braccialetti, e il risultato è stato scioccante: i braccialetti sarebbero altamente tossici e anche cancerogeni se vengono a contatto con il sudore della pelle. I braccialetti sono stati trovati in 5 depositi nella Chinatown di Milano, sono state denunciate tre donne cinesi, due di 40 e una di 45 anni, e multate in totale per 40mila euro.

Le indagini hanno avuto inizio dopo le segnalazioni di alcuni cittadini e un’attività di controllo esercitata nei mercati, nelle cartolerie, nelle edicole, nei negozi on line. Questo è il secondo sequestro in Europa di articoli di questo genere, per un valore di mercato attorno ai 3 milioni di euro. Il chimico e tossicologo Federico Maria Rubino di Milano ha chiarito il motivo per cui i braccialetti sono stati ritirati dal mercato: “Le plastiche, quando nascono, sono delle polveri, i cosiddetti polimeri, minuscole particelle che ricordano le scagliette del detersivo in polvere. Sotto questa forma sono inservibili. Vanno perciò sottoposte a un processo di plastificazione, che si fa a caldo, mischiando i polimeri con i plastificanti, composti organici di tipo oleoso. Tra questi ultimi, i più usati sono gli ftalati, per via del loro basso costo. I ftalati, dopo un po’ di tempo, trasudano dalla plastica e vanno a finire nei cibi o direttamente sulla pelle, come nel caso degli elastici sequestrati. Il sudore, infatti, come la saliva può facilitare la migrazione di tali sostanze”. 

Ma il vero problema di questi elastici per braccialetti è che sono illegali perché non hanno il marchio CE e quindi non sono conformi alla legge europea. E’ consigliabile dunque comprare solo prodotti con il marchio CE, per avere maggiore sicurezza.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!