Iscriviti

Matera, minorenni picchiate e violentate durante una festa: il sindaco chiede aiuto

Due ragazze minorenni in vacanza a Marconia di Pisticci, a Matera, sono state prima picchiate e poi violentate durante una festa. Il sindaco chiede aiuto a tutti coloro che erano presenti.

Cronaca
Pubblicato il 11 settembre 2020, alle ore 09:20

Mi piace
1
0
Matera, minorenni picchiate e violentate durante una festa: il sindaco chiede aiuto

Una festa all’americana, ovvero libera. Chiunque poteva recarsi in villa a Marconia di Pisticci (Matera) per passare una serata che avrebbe dovuto essere all’insegna del divertimento e dello svago, ma quello che è successo a due ragazze minorenni inglesi è stato un incubo. Dopo essere state picchiate da un gruppo di ragazzi presenti in villa, hanno subito delle violenze sessuali, che hanno poi trovato il coraggio di denunciare chiamando il 118 una volta fatto ritorno a casa.

I fatti sono avvenuti nella notte tra il 7 e l’8 di settembre, e sono ancora in corso le indagini dell’unità investigativa della questura di Matera. Sembrerebbe ci siano già dei sospettati, ovvero un gruppo di ragazzini famosi nel quartiere per essere soliti a bere e forse anche a fare uso di droghe, e che vengono considerati dei “bulli” per i loro atteggiamenti anche spesso violenti in zona.

Le due giovanissime turiste inglesi si trovano a Pisticci per fare visita alla famiglia di una delle due ragazze, residente in zona. Dopo aver avuto il permesso per partecipare alla festa in villa, si sono ritrovate a vivere un incubo. Picchiate e violentate da un gruppo di giovani, sono riuscite a fare ritorno a casa dove hanno subito chiamato l’ambulanza del 118 che le ha portate all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, dov’è avvenuta anche la denuncia.

In attesa della conferenza stampa che si terrà alle 11 di questa mattina, in cui verranno forniti i particolari delle indagini, è stata data la notizia di quattro arresti avvenuti nelle scorse ore.

Sono state molto forti le parole rilasciate dal sindaco di Pisticci, Viviana Verri, che tramite il profilo social di Facebook del Comune ha voluto lanciare un appello a chiunque fosse presente alla festa in cui è avvenuta la violenza. “Questo è il momento in cui deve emergere forte lo spirito della nostra comunità“, inizia il post, “una comunità sana che non può e non dovrà mai abituarsi a simili episodi”. Il sindaco Verri chiede di non tacere e di aiutare invece gli inquirenti nel mettere fine a questa vicenda.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Anche se il nostro appello vale poco, anche noi chiediamo disperatamente che i ragazzi presenti alla festa che hanno visto e che possono aiutare così le due ragazze vittime di questo incubo possano recarsi dalle forze dell'ordine per riferire ogni più piccolo dettaglio. Chiunque può fare la differenza, chiunque può davvero aiutare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!