Iscriviti

Massa-Carrara, precipita da 15 metri e muore: stava installando un sistema di sicurezza anti-caduta

Un 54enne di Massa Carrara è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro che gli si è rivelato fatale. L'uomo è morto, precipitando da un'altezza di 15 metri.

Cronaca
Pubblicato il 22 luglio 2021, alle ore 15:27

Mi piace
0
0
Massa-Carrara, precipita da 15 metri e muore: stava installando un sistema di sicurezza anti-caduta

Un tragico incidente ha portato via per sempre Daniele Rebecchi, l’imprenditore 54enne di Massa Carrara, padre di due figli,morto ieri ad Avenza, dopo essere precipitato da un’altezza di 15 metri, mentre era impegnato in dei lavori assieme ad un suo dipendente. 

L’uomo stava installando dei pannelli anti-caduta sul tetto del capannone presso il quale stava lavorando, quando, per cause in corso d’accertamento, qualcosa è andato storto ed è precipitato. Per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118. La morte è arrivata sul colpo, sotto lo sguardo terrorizzato dell’amico-collega e degli altri operai presenti sul posto. 

La ricostruzione della tragedia

L’incidente è avvenuto poco prima delle 8 di ieri. Daniele, titolare della ditta Erredi srl, era salito da poco a 15 metri d’altezza, sul tetto del capannone Gaspari e Menotti, in cui sono in corso lavori di ammodernamento. La vittima avrebbe dovuto sostituire i pannelli e i lucernari, stendere proprio la linea vita, il lungo filo al quale ancorarsi in caso di intervento sul tetto.

Non si sa se l’uomo si sia assicurato ad una fune di sicurezza ma il lucernario su cui stava lavorando si è sfondato, facendolo cadere nel vuoto. Si tratta dell’ennesima tragedia sul lavoro sulla quale è stata aperta un’inchiesta. La pm Alessia Iacopini ha ordinato all’Asl di svolgere tutte le indagini per ricostruire la dinamica e le cause dell’incidente.

Un testimone ha riferito che Daniele Rebecchi era sul tetto proprio per avere la linea vita, mentre Domenico Gulli, responsabile Asl dell’unità funzionale prevenzione igiene e sicurezza sui posti di lavoro ha spiegato che quando la linea vita ancora non c’è e si sale per l’installazione, sono previste particolari misure di sicurezza per evitare incidenti. La vittima aveva l’imbracatura ma non era legata, quindi l’uomo non si sarebbe debitamente assicurato prima di salire a 15 metri d’altezza. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Davvero senza parole per questa terribile tragedia, consumatasi in frazioni di secondo sotto gli occhi terrorizzati del dipendente che lavorava con lui e degli altri colleghi. Per il povero Daniele, ennesima vittima di un incidente sul lavoro, non c'è stato nulla da fare. Riposa in pace e veglia sui tuoi cari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!