Iscriviti

Madre e figlio picchiano a sangue un 31enne in un parcheggio: hanno sbagliato persona

L'episodio si è verificato a Scordia, in provincia di Catania. Madre e figlio, di 40 e 17 anni, erano stati coinvolti poco prima in un'altra rissa. Per un regolamento di conti cercavano una persona che assomigliava al 31enne picchiato, ma non era lui.

Cronaca
Pubblicato il 17 aprile 2021, alle ore 11:17

Mi piace
0
0
Madre e figlio picchiano a sangue un 31enne in un parcheggio: hanno sbagliato persona

Aggressione choc a Scordia, in provincia di Catania, dove una madre 40enne e un figlio 17enne hanno picchiato a sangue un 31enne senza motivo. L’episodio è avvenuto in un parcheggio della cittadina siciliana. La 40enne e il 17enne pare che poco prima fossero stati coinvolti in una rissa, a quel punto una terza persona, un giovane a quanto sembra, era tornato nel parcheggio armato di un coltello. I due quindi si sono forse preparati per difendersi. Ad un certo punto hanno avvistato il 31enne, che indossava una giacca simile a quella dell’individuo che si sarebbe recato nel parcheggio armato di coltello.

Madre e figlio non ci hanno visto più, per cui si sono diretti verso il 31enne. A colpire per primo sarebbe stato il 17enne, che avrebbe colpito a sangue freddo il giovane, che è caduto a terra a causa della violenza del colpo subito. La 40enne avrebbe poi colpito con calci e pugni il malcapito. Una gesto inaudito che è stato ripreso anche dalle telecamere di videosorveglianza del parcheggio, e che sono passate subito al vaglio delle forze dell’ordine. 

Per il 31enne prognosi di 10 giorni

Il giovane aggredito è stato immediatamente soccorso e portato all’ospedale Militello di Val di Catania, dove i sanitari gli hanno riscontrato una prognosi di 10 giorni. Il 31enne ha riportato la frattura del setto nasale e della mascella e vari ematomi su varie parti del corpo. Non corre alcun pericolo di vita, ma la paura per li è stata davvero tanta. 

La mamma e il figlio sono stati invece raggiunti dagli inquirenti: per loro è scattata una denuncia per lesioni personali aggravate. Le forze di polizia stanno comunque continuando ad indagare su questo assurdo episodio che si è verificato in Sicilia. Quando è stato colpito con calci e pugni il ragazzo era ormai inerme.

L’autorità giudiziaria sta facendo chiarezza anche sulla lite che sarebbe maturata poco prima della brutale aggressione al 31enne. Sembra che madre e figlio, dopo aver compiuto il misfatto si siano allontanati senza lasciare alcuna traccia. Ma le telecamere hanno ripreso tutto e grazie agli occhi elettronici i due famigliari sono stati incastrati nel giro di poco tempo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una vicenda davvero assurda quella avvenuta a Scordia, nel Catanese, dove questo giovane di 31 anni è stato colpito senza motivo da madre e figlio. Uno scambio di persona si è rivelato fatale per lui. Un gesto ingiustificato in ogni caso che ai due è valsa una denuncia penale. Nelle prossime si attendono ulteriori informazioni da parte degli investigatori.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!