Iscriviti

Livorno: Simonetta, ex politica, trovata morta in un sacco a pelo

La morte di Simonetta, nonna di tre nipotini, è un mistero. Il corpo dell'ex politica, è stato trovato in un sacco a pelo, poco distante da casa Riotorto, una frazione di Piombino.

Cronaca
Pubblicato il 5 agosto 2019, alle ore 12:33

Mi piace
7
0
Livorno: Simonetta, ex politica, trovata morta in un sacco a pelo

Il ritrovamento del corpo di Maria Simonetta Gaggioli, 75 anni, è avvenuto per caso. Dopo un incidente stradale, alcuni operai stavano ripulendo la strada nel tratto vicino a Riotorto, frazione di Piombino (Livorno) dove, in un fosso, il cadavere della donna era chiuso in un sacco a pelo. 

Maria Simonetta Gaggioli abitava da una decina d’anni, da quando è andata in pensione, a Riotorto, ma era originaria di Follonica, in provincia di Grosseto, dove 10 anni fa si era candidata in consiglio comunale alle amministrative. Ex politica e funzionaria della Regione, la donna era conosciuta e stimata da molti.

Il mistero della morte

Il cadavere è stato trovato in uno stato avanzato di decomposizione: si presume sia morta da circa una settimana. Il corpo della donna si trovava nel sacco a pelo, inserito dalla testa e per questo si pensa a occultamento di cadavere. I carabinieri, coordinati dal pm Ezia Mancusi, hanno iniziato subito le indagini. Già diverse persone sono state interrogate dagli investigatori. 

Tra le persone interrogate anche il figlio, Filippo Andreani, che venerdì scorso aveva denunciato la scomparsa della madre per non aver più avuto sue notizie dal 27 luglio. Filippo, 47enne che con la moglie e i 3 figli viveva con la madre, ha riferito di non essersi preoccupato subito, perché altre volte la madre si era assentata da casa per qualche giorno. I carabinieri si sono recati nell’abitazione di Riotorto per accertamenti, e anche l’auto di Filippo ora è in mano agli investigatori.

La donna non aveva documenti con sé, ma era vestita e al polso aveva l’orologio, materiale utile per poterla identificare. A riconoscerla sono stati due nipoti. Non si sa se nel sacco a pelo ci fosse qualcos’altro. Di lei resta il ricordo di una persona gioviale, impegnata socialmente e apprezzata per le sue doti umane. L’autopsia, probabilmente oggi, lunedì, darà altre risposte. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Il mistero legato alla morte di una persona porta sempre un po' di ansia, di timore, e suscita mille domande su chi potrebbe essere stato, cosa sia successo e perché: queste e altre domande meglio lasciarle agli investigatori, esperti del mestiere che a tempo debito daranno qualche risposta. A noi resta da fare una riflessione sul dono della vita che mai e in nessun modo deve essere disprezzato e, per chi, può una preghiera per la donna e la sua famiglia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!