Iscriviti
Genova

Liguria: giornalista americano pubblica lo scontrino del ristorante, 50 centesimi di sconto su 295,50 P

Il giornalista americano Eric Sylvers ha postato su Twitter lo sconto di 50 centesimi ricevuto da un ristorante su un conto di quasi 300 euro. "Benvenuti in Liguria", ha commentato. "La ricevuta fiscale solo dopo che l'abbiamo richiesta".

Cronaca
Pubblicato il 29 agosto 2020, alle ore 15:04

Mi piace
6
0
Liguria: giornalista americano pubblica lo scontrino del ristorante, 50 centesimi di sconto su 295,50 P

Un giornalista americano è diventato virale su Twitter dopo aver postato la foto dello sconto di 50 centesimi ricevuto da un ristorante ligure dopo una cena. Eric Sylver, che vive in Italia in quanto corrispondente del famoso Wall Street Journal, non ha voluto specificare in quale ristorante o città si trovasse, ma ha semplicemente postato la foto della comanda del ristorante con scritto a mano “Tot: 295.50” con l’importo cancellato e riportato sotto con lo sconto di 50 centesimi, per un totale di 295 euro.

“Benvenuti in Liguria”, scrive l’uomo sotto la foto del conto. “Un meravigliosamente generoso sconto di un ristorante ligure”. Se è vero che lo sconto non è assolutamente dovuto da parte dei ristoratori, data la cifra alta dello scontrino, effettivamente l’importo esiguo di quanto rimosso dal ristorante fa sicuramente sorridere.

Davanti alla domanda di un utente di Twitter che ha chiesto se almeno gli fosse stata fatta la ricevuta fiscale, il giornalista risponde: “Solo dopo l’abbiamo richiesta. Credo che quei 50 centesimi erano il loro modo di dire: ‘la nostra donazione a te se non chiedi la ricevuta.‘”

Un altro utente ha commentato dicendo: “Hai scoperto come la Liguria tratta i turisti“, e postando un video di YouTube intitolato “Accoglienza ligure”. Sylver ha risposto al video confermando: “Bellissimo. Sì, da turista hai spesso la sensazione che la tua presenza non è proprio gradita.”

Nei commenti piogge di critiche, con persone che non credono che la storia postata sia veritiera data l’assenza di dettagli sul ristorante o scrivono: “Lo sconto è cortesia, non pretesa. Aggiungo, per esperienza personale, all’estero la parola “sconto” non sanno nemmeno cosa sia“, o “Al Paese tuo nello scontrino non ti fanno manco scegliere se dare la mancia al cameriere, ti fanno scegliere quanta dargliene, e molto spesso è una maggiorazione del 20% del conto. Altro che sconto.”, ma anche commenti solidali di utenti che hanno avuto esperienze simili.

La Liguria è l’unico posto al mondo in cui mi hanno fatto l’arrotondamento per eccesso“, scrive un’utente mentre un altro commenta: “Comunque ti garantisco che un ristoratore del genere in Liguria non è normale. O non ti fanno neanche un centesimo di sconto (la norma) o te lo fanno serio, non come presa in giro.”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Devo dire che anche io mi sarei sentita un po' presa in giro da uno sconto di 50 centesimi su quasi 300 euro: a quelle cifre o si scontano i 5 euro arrotondando a 290 o non si sconta proprio. Lo sconto di 50 centesimi su 295,50 è veramente un po' ridicolo, specialmente dato il tentativo del ristorante di evitare di emettere la ricevuta fiscale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!