Iscriviti

Lecco, professore impreca e bestemmia in classe: alunni e genitori lo difendono

In un momento d'ira, un professore delle medie, impreca, bestemmia e lancia delle sedie contro il muro di fronte ai suoi alunni. Ragazzi e genitori difendono l'uomo: stava passando un brutto momento.

Cronaca
Pubblicato il 26 marzo 2019, alle ore 13:29

Mi piace
1
0
Lecco, professore impreca e bestemmia in classe: alunni e genitori lo difendono

Sto attraversando un momento difficile a livello personale“, così si sarebbe giustificato il professore di 49 anni che nei giorni scorsi ha sfogato la sua rabbia e frustrazione in classe, davanti ai suoi alunni. Dopo aver bestemmiato ed imprecato di fronte ai suoi ragazzi, l’uomo ha lanciato alcune sedie contro il muro, per poi scusarsi con i presenti ed i colleghi.

Nonostante la vicenda abbia spaventato molti ragazzi ed i loro genitori, quelli dell’Istituto Comprensivo Statale di Merate (Lecco), dov’è avvenuto il fatto, si schierano invece in difesa del 49enne, volendo solo ricordare le sue competenze di professore. L’uomo, oltre ad insegnare alla scuola media della provincia di Lecco, è stato anche un assessore dell’Ambiente in un paese del Lari, e sembrerebbe essere riconducibile a questo ruolo il vero motivo che gli ha provocato il crollo emotivo in classe.

Parla il preside: “il professore è in malattia, non è sospeso”

Sono passati pochi giorni da quando un professore delle scuole medie di Merate, in provincia di Lecco, ha fatto una vera e propria sfuriata di fronte ai suoi alunni. Dopo aver alzato la voce e bestemmiato davanti ai ragazzi, il 49enne ha afferrato alcune sedie dell’aula lanciandole contro il muro.

Da quanto è stato raccontato però, non appena compiuto l’atto, l’uomo si sarebbe reso conto della gravità delle sue azioni, scusandosi prima di tutto con gli alunni presenti in aula e poi con i colleghi dell’Istituto e con il preside in persona. Quest’ultimo, secondo le dichiarazioni rilasciate a IlGiorno.it, gli avrebbe concesso delle giornate di malattia, senza però sospenderlo o dando inizio ad un procedimento disciplinare.

I colleghi del 49enne hanno raccontato di una vicenda legata all’ex ruolo del professore come assessore dell’Ambiente che potrebbe essere la causa del suo crollo emotivo. Nel dicembre scorso, infatti, un consigliere regionale del Movimento 5 Stelle avrebbe puntato il dito contro il professore in questione poiché ha chiesto ai suoi alunni di comprare molti bicchieri di plastica per decorare l’aula. Secondo il consigliere, infatti, il 49enne si sarebbe comportato in modo insensibile sul tema ecologista, una dichiarazione pubblica che – a quanto pare – ha turbato nel profondo il professore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Fortunatamente, in questa storia non si contano feriti o ragazzi spaventati per l'accaduto. Ci troviamo di fronte ad una persona umana, con problemi personali e familiari come qualsiasi altra persona. Purtroppo, però, questo uomo ricopre un ruolo non da poco, quello di insegnare ed educare i giovani ragazzi. Non vogliamo puntare il dito contro il professore insultandolo o essendo indelicati sulla sua situazione, soprattutto perché si è subito reso conto della gravità delle sue azioni scusandosi con i diretti interessati, ma non possiamo neanche lasciare che un avvenimento come questo divenga la normalità o qualcosa di giustificabile.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!