Iscriviti

Lecce, spegne la sigaretta sul viso della moglie: presente anche il figlio più piccolo

Dopo aver ritirato la prima querela fatta nel 2016, la moglie ha trovato il coraggio di denunciare nuovamente il marito per i numerosi maltrattamenti subiti. L'ultimo episodio di violenza vede una sigaretta spenta sul volto della donna.

Cronaca
Pubblicato il 5 marzo 2019, alle ore 13:17

Mi piace
2
0
Lecce, spegne la sigaretta sul viso della moglie: presente anche il figlio più piccolo

Ci troviamo a Campi Salentina, in provincia di Lecce, dove si è consumato l’ennesimo caso di violenza domestica. Una donna ha denunciato il marito 44enne per i maltrattamenti e gli abusi subiti negli ultimi anni. Le violenze erano iniziate dal 2014 e nel 2016 c’è stata la prima querela fatta dalla moglie, successivamente ritirata. 

A convincere la vittima a denunciare nuovamente il suo aggressore senza più alcun ripensamento, è stato l’ultimo episodio estremo di violenza, quando il 44enne ha spento sul volto della donna una sigaretta. A questo drammatico episodio ha assistito anche il figlio più piccolo della coppia. L’uomo si trova ora agli arresti domiciliari nella casa dei genitori, a causa della custodia cautelare stabilita dal Gip del tribunale di Lecce, mentre si aspetta l’interrogatorio di garanzia. 

Abusa e violenta la moglie per anni

Le accuse mosse contro il 44enne di Lecce sono molte e gravi. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violenza sessuale e minacce verso la moglie e la suocera. I primi episodi di violenza risalirebbero al 2014, quando il marito, spinto da una gelosia ingiustificata e dall’abuso di alcol e droghe, ha iniziato a picchiare la moglie anche in presenza dei figli. Si sono registrati anche degli episodi di violenza sessuale.

Nel 2016 la donna si era recata dai carabinieri per sporgere la sua prima denuncia contro l’uomo, ma dopo pochi giorni ha ritirato la querela rendendo così impossibile al Gip incaricato del caso di procedere con l’accusa di percosse, lesioni, minacce, e conseguenti maltrattamenti, per la mancanza di prove.

A convincere la vittima a fare nuovamente denuncia contro il marito, è stato un ultimo episodio di violenza avvenuto anche di fronte al figlio più piccolo della coppia. Il 44enne, infatti, ha spento sul volto della donna una sigaretta. Oltre ai maltrattamenti subiti, l’uomo ha anche minacciato di morte la moglie e la suocera accorsa in suo aiuto. “Ti butto in un pozzo, non avrai vita facile” , queste alcune delle parole pronunciate dal marito. Mentre sono in corso le indagini e la separazione dei due coniugi, l’uomo è agli arresti domiciliari a casa dei genitori mentre la vittima si trova a casa della madre insieme ai figli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Mi si gela il sangue ogni volta che leggo queste storie che raffigurano la realtà in cui viviamo. Non capirò mai che cosa ci sia nella testa e nel cuore di queste persone che fanno del male non solo ad altri essermi umani, ma agli stessi individui che dicono di amare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!