Iscriviti

Lecce, sorpresa al ritorno della gita scolastica: trovato migrante tra le valigie nel bus

In ritorno dalla gita scolastica di una quinta liceo, è stato trovato un migrante nascosto tra le valigie all'interno del bus: grande solidarietà da parte di ragazzi e insegnanti.

Cronaca
Pubblicato il 15 maggio 2019, alle ore 08:19

Mi piace
1
0
Lecce, sorpresa al ritorno della gita scolastica: trovato migrante tra le valigie nel bus

Ci troviamo in provincia di Lecce, dove una classe di quinta liceo ha fatto ritorno dalla consueta gita di fine anno. A fare notizia è stata la scoperta fatta al loro arrivo all’istituto di Galatina, quando si sono recati a prendere i loro bagagli all’interno della corriera, ritrovando un giovane migrante di origini palestinesi che aveva fatto il viaggio con loro.

Non si conoscono ancora molti dettagli sulla vicenda ma, probabilmente, il giovane si è intrufolato nella corriera già dal traghetto che ha portato i ragazzi dalla Croazia fino alla Puglia.

La classe in questione è una quinta del liceo scientifico “A. Vallone” di Galatina, in provincia di Lecce, in Puglia. Come da tradizione, arrivati all’ultimo anno di liceo, è possibile fare una gita scolastica di qualche giorno in una località al di fuori dall’Italia. I ragazzi hanno così optato per Sarajevo, la capitale della Bosnia-Erzegovina.

Nella giornata di ieri, martedì 14 maggio, era previsto il ritorno della classe a Galatina. I ragazzi, da Sarajevo, si sono diretti in Croazia, dove hanno preso il traghetto a Dubrovnik (Ragusa) in direzione casa, e sembrerebbe che già da questo tratto il giovane migrante sia riuscito ad intrufolarsi all’interno della corriera, tra i bagagli degli studenti, facendo così il viaggio di più di 9 ore con loro.

La solidarietà di alunni ed insegnanti

C’è stata grande sorpresa tra i ragazzi quando hanno trovato il giovane migrante tra le loro valigie, ma questo non ha fermato la loro solidarietà. Da quanto è stato testimoniato infatti, studenti ed insegnanti hanno ascoltato la storia del giovane dandogli anche qualcosa da mangiare, mentre il bar vicino all’Istituto, dove si era fermata la corriera, lo ha fatto entrare per dargli la possibilità di lavarsi e cambiarsi.

Poco dopo è giunta sul posto la polizia, che ha provato a fare chiarezza sull’accaduto. Sembrerebbe che il ragazzo, di origine palestinese, abbia iniziato il suo viaggio in Grecia, dov’è stato picchiato. In molti hanno affermato di aver trovato il migrante molto provato per il lungo viaggio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una storia che lascia molto pensare. La grande solidarietà mostrata dagli studenti e dagli insegnanti ci fa capire anche il buon cuore che gli italiani continuano ad avere di fronte a storie come queste segnate dalla fame, dalla sofferenza, e dalla disperazione, che spinge molti giovani alla ricerca di una vita migliore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!