Iscriviti

Lecce, dopo una lite travolge il rivale in amore con un’auto: arrestato un 34enne

La vittima è un 38enne, che adesso rischia anche di perdere una gamba a causa del grave impatto. L'episodio si è verificato ieri pomeriggio 27 novembre nel comune di Presicce-Acquarica.

Cronaca
Pubblicato il 28 novembre 2020, alle ore 11:47

Mi piace
1
0
Lecce, dopo una lite travolge il rivale in amore con un’auto: arrestato un 34enne

Si è conclusa nel sangue una lite tra un 38enne e un 34enne nel comune di Presicce-Acquarica, in provincia di Lecce. L’episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri 27 novembre. Tra i due, secondo quanto riferiscono i media locali, in particolare Lecce News 24 e Lecce Prima, potrebbe esserci stato un alterco per questioni sentimentali, forse a causa di una donna contesa.

Tutto è cominciato intorno alle ore 18:00. Da quanto scrivono i media locali, pare che il 34enne sia arrivato nei pressi dell’abitazione dove vivevano i suoi familiari, per cui, alla vista del 38enne, ex marito della sua attuale compagna, non ha esitato ad accellerare travolgendolo con una Fiat Doblò

Impatto molto violento

Il fattaccio è avvenuto in via Rossini, alla periferia della cittadina leccese. I residenti hanno sentito un rumore sordo, per cui si sono affacciati dalle abitazioni per capire quanto fosse successo. Immediatamente sono scattati i soccorsi e sul posto è arrivata l’ambulanza del 118, che ha provveduto a soccorrere il ferito, il 38enne per l’appunto. Viste le sue condizioni piuttosto serie è stato trasportato presso l’ospedale Cardinale Panico di Tricase. L’uomo, da quanto si apprende, è un vigile del fuoco. Per quanto riguarda la sua prognosi, questa resta, al momento, riservata. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della locale stazione, che hanno provveduto ad ascoltare i testimoni e lo stesso 34enne. 

Una volta accertati i fatti quest’ultimo è stato condotto in caserma per essere identificato: al termine delle formalità di rito ai militari dell’Arma non è restato altro che arrestare il 34enne con le accuse di lesioni personali gravissime. Per dovere di cronaca, ma anche per completezza di informazione, si deve precisare che per l’uomo è scattata la misura cautelare domiciliare. L’arrestato sarebbe un operaio del posto. 

Il 38enne forse lo avrebbe minacciato con una pistola a salve

I carabinieri stanno comunque proseguendo con le indagini attorno a questo fatto di cronaca. Alcuni residenti avrebbero riferito agli investigatori che il 38enne, vittima appunto dell’investimento, avrebbe spaventato il suo rivale con una pistola a salve, questo nel tentativo di dissuardelo dai suoi propositi violenti. Questi particolari comunque saranno chiariti dalle indagini. La notizia di quanto accaduto si è sparsa in breve tempo nel piccolo comune salentino, destando l’apprensione degli abitanti. 

Adesso non è escluso che nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, possano conoscersi ulteriori particolari su questa vicenda. I giornali locali hanno pubblicato le foto del luogo in cui è avvenuto l’episodio. Sempre secondo quanto riferisce Lecce Prima anche alcuni passanti avrebbero assistito alla scena. Il 38enne, comunque, anche se ricoverato in condizioni serie non è in pericolo di vita, ma, come già detto in apertura, rischia di perdere una gamba.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio davvero assurdo quello accaduto a Lecce. Fortunatamente la vittima non è in pericolo di vita, ma purtroppo rischia di subire seri danni fisici. Ciò ci fa capire come anche una banale lite possa trasformarsi in un fatto di sangue, anche per le questioni meno importanti. Su questi episodi gli inquirenti mantengono alta la guardia. Sul caso attendiamo quindi ulteriori riscontri investigativi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!