Iscriviti

Le fa delle avances, lei prova a scappare e lui la massacra di botte: ricercato

Un dramma si è consumato domenica scorsa in un Carrefour di Gallarate, in provincia di Varese, dove una 35enne è stata aggredita con calci e pugni, per aver tentato di fuggire alle avances di uno sconosciuto, attualmente ricercato.

Cronaca
Pubblicato il 24 agosto 2021, alle ore 17:47

Mi piace
0
0
Le fa delle avances, lei prova a scappare e lui la massacra di botte: ricercato

Un caso di violenza sulle donne terribile, quello accaduto domenica scorsa in un Carrefour di Gallarate, in provincia di Varese, dove una donna di 35 anni è stata presa a calci e a pugni da uno sconosciuto.

La sua colpa? Aver tentato di scappare dalle sue avances, spaventata dalla sua insistenza,tanto da dirigersi verso le casse del noto supermarket per chiedere aiuto ai dipendenti.

La ricostruzione dell’accaduto

Siamo a Gallarate, comune in provincia di Varese. Qui un uomo ha picchiato barbaramente una donna, dopo averle fatto delle avances, lasciandola a terra priva di sensi. Sul caso sta indagando la polizia, che sta cercando di risalire all’identità dell’uomo. La donna ha riportato una mascella rotta, una frattura del setto nasale e un occhio nero.

L’aggressione si è consumata al Carrefour di viale Milano: lo sconosciuto si è avvicinato a Nicoleta Aurelia, le ha detto “Come sei carina”, per poi rivolgerle pesanti apprezzamenti. La donna, spaventata da così tanta insistenza, si è allontanata, dirigendosi verso le casse per chiedere aiuto ai dipendenti. L’uomo, però, l’ha raggiunya, colpendola con calci e pugni. 

Aurelia è caduta a terra, completamente priva di sensi, mentre il responsabile è scappato via, tanto che nessuno è riuscito a fermarlo. I clienti del supermercato hanno chiamato il 118 e gli operatori, accorsi sul posto per fornire alla vittima le prime cure, l’hanno successivamente trasportata in ospedale. Ora spetta alle forze dell’ordine il compito di analizzare le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nel punto vendita.

La donna è difesa dall’avvocato Pietro Romano che non esclude, stando a quanto riportato dal giornale VareseNews, una possibile azione legale contro il supermercato. L’avvocato ha affermato che un esercizio commerciale è tenuto a garantire la sicurezza dei propri clienti e qui si profila, dice, una culpa in vigilando. La sua assistita avrebbe chiesto aiuto alla cassiere che hanno chiamato gli addetti alla sicurezza ma nessuno è intervenuto. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Ennesimo caso di violenza sulle donne, consumatosi sotto gli occhi di tutti, da uno sconosciuto attualmente ancora non identificato. Mi auguro che le forze dell'ordine riescano presto a dare un nome a quest'uomo e che paghi aspramente per il reato commesso. Attualmente sono vicina alla vittima e le auguro di riprendersi rapidamente.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

24 agosto 2021 - 17:59:38

Gli dovrebbero mozzare le mani.

0
Rispondi