Iscriviti

Latina, alle Poste rissa sfiorata per colpa dell’app salta-fila

A Latina stava per scoppiare una rissa a causa dell'applicazione che permette di prenotare il proprio numero alle poste e presentarsi allo sportello, saltando la fila. A qualcuno non è andata giù ed è scoppiato il caos.

Cronaca
Pubblicato il 8 novembre 2016, alle ore 21:06

Mi piace
9
0
Latina, alle Poste rissa sfiorata per colpa dell’app salta-fila

Ogni anno ci sono delle novità in ambito tecnologico che riescono a migliorare la vita di tutti i giorni, ma è importante ricordare che non sono accessibili a chiunque. Quante volte avete pensato che la fila alle poste fosse troppo lunga e vi siete tirati indietro, presentandovi un altro giorno o arrivando sfiniti allo sportello! E’ proprio grazie allo smartphone che oggi si ha la possibilità di scaricare l’app salta-fila.

Con il suo utlizzo, tramite internet è possibile prenotare il proprio numero e presentarsi solo nel momento opportuno. Fin qui tutto sembra normale, ma come la prenderanno coloro che aspettano da ore il proprio turno? Vittime di questo sistema sono soprattutto i vecchietti e i non tecnologici, che questa mattina alle poste di Terracina-Lido hanno chiamato i Carabinieri. Tutto questo perchè, vedendosi passare davanti una miriade di giovani, non sono riusciti a reggere la rabbia e li hanno coinvolti per effettuare un controllo.

Prima del loro arrivo è scoppiata una vera e propria protesta, a causa dei tempi che aumentavano ogni volta che un’altra persona passava davanti saltando la coda. Non essendo a conoscenza di questa applicazione, i signori hanno creduto inizialmente che dietro a questo “scavalcamento” ci fosse qualcosa di losco e solo l’intervento delle forze dell’ordine ha evitato lo scoppio di una vera a propria rissa.

A spingere gli anziani a chiamare i carabinieri è stata la loro stanchezza nell’aspettare, fin dalle prime ore di apertura delle Poste Italiane, il proprio turno. Hanno considerato un’ingiustizia tutto quello che è accaduto, ma è importante ricordare che anche i giovani erano nella ragione, avendo utilizzato un’applicazione accessibile a tutti e promossa dalle poste stesse.

A riportare la situazione alla normalità sono stati dunque i Carabinieri, i quali – d’accordo con gli addetti alle poste – hanno riorganizzato la fila secondo il vecchio metodo, ossia con i bigliettini.

Non sembra essere la prima volta che succede una cosa del genere ed uno scontro generazionale è inevitabile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marianna Colonese

Marianna Colonese - Nella nuova era tecnologica si cerca sempre di essere aggiornati e di avere in possesso tutte le ultime applicazioni. A chi non farebbe comodo prenotare il proprio numero via internet e presentarsi solo nel momento giusto? Immaginate quante cose si possono fare nel frattempo! Così come in ogni cosa c'è sempre qualcuno che ne paga le conseguenze, in questo caso i vecchietti e i non teconologici. La loro protesta è più che giusta, così come la prenotazione via web. Bisogna accettare questa nuova tendenza e farsene una ragione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!