Iscriviti
Milano

La toccante lettera di Veronica, mamma di un figlio cieco e paraplegico

Pubblicata su Fanpage, la lettera di mamma Veronica invita a riflettere. Madre di un ragazzo cielo e paraplegico, si batte contro i pregiudizi, raccontando come si vive con un dolore così grande nel cuore.

Cronaca
Pubblicato il 21 agosto 2021, alle ore 10:58

Mi piace
0
0
La toccante lettera di Veronica, mamma di un figlio cieco e paraplegico

Quella che sto per raccontarvi è la storia di Veronica La Camera, 26 anni, che da 5 anni vive una vita completamente stravolta, decidendo di scrivere a Fanpage una lettera per raccontare quanto le è accaduto.

Veronica ha scoperto che suo figlio Dylan è affetto da tetraparesi spastica, ipovedente, epilettico, disfagico ma nonostante tutto è stata giudicata solo per il suo rossetto rosso e o per la sua piega e ora si batte contro ogni pregiudizio. 

La storia 

E’ iniziato tutto 5 anni fa, quando i dottori non hanno capito che Veronica fosse in gestosi e la ragazza ha avuto una crisi eclamptica alla 31esima settimana di gravidanza. Veronica è entrata in coma, risvegliandosi dopo 5 giorni.  Poi ha partorito e nei mesi successivi, assieme a suo marito, hanno scoperto che il loro bambino, Dylan, era affetto da tetraparesi spastica, ipovedente, al punto da vedere a 5 centimetri di distanza solo le ombre, epilettico, disfagico. Veronica ha sacrificato tutto per suo figlio, portandolo all’estero 2 volte l’anno, e a Lecco ogni 6 mesi per la parte diagnostica.

E poi ci sono i trattamenti di fisioterapia, di psicomostricità, in piscina, le sedute per la terapia di comunicazione, di logopedia e l’asilo. Peraltro Veronica ha anche un’altra figlia, di 2 anni e 5 mesi, quindi la sua vita è davvero dura, non sapendo neanche quanto potrà ancora stare assieme a suo figlio. 

Ma nelle parole di Veronica traspare tutta la rabbia per i pregiudizi della gente che, non sapendo quello che lei vive tutti i giorni, la giudicano per il suo rossetto rosso o per la piega fatta dalla parrucchiera che va a casa sua , per i tatuaggi, per la pettinatura. Veronica chiede solo di mettersi nei suoi panni, con un figlio paralizzato e la paura che se ne possa andare in ogni istante. Rivolgendosi soprattutto alle mamme, invita a non giudicare solo le apparenze. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia toccante, quella di Veronica che, a soli 26 anni, si è trovata a fare i conti con la malattia del figlio Dylan e con tutti i pregiudizi di chi, non conoscendo quello che la ragazza vive quotidianamente, la etichetta solo per il rossetto, per i tatuaggi o per la pettinatura. Grazie mamma Veronica per questa tua preziosa testimonianza. Sei una mamma eccezionale e ti ammiro per tutti i tuoi sacrifici e per la forza che trovi, per amore di tuo figlio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!