Iscriviti

La sperimentazione dei farmaci anti-Coronavirus funziona

Il governatore del Veneto fa sapere che la sperimentazione dei farmaci somministrata ai positivi nelle prime fasi della malattia funziona e dà ottimi risultati.

Cronaca
Pubblicato il 13 aprile 2020, alle ore 01:17

Mi piace
La sperimentazione dei farmaci anti-Coronavirus funziona

Il governatore del Veneto Luca Zaia fa sapere che l’attuale sperimentazione di farmaci, somministrata domiciliarmente alle persone risultate positive al Coronavirus funziona. Il cocktail di farmaci viene somministrato alle persone che hanno la malattia alla stadio iniziale e si tratta di un cocktail di farmaci composto da un antimalarico e da un farmaco per l’artrite reumatoide.

Proprio oggi il governatore del Veneto ha deciso di comunicare i risultati della sperimentazione che viene fatta in Veneto sui malati di Coronavirus in fase iniziale dai quali è emerso che il farmaco per l’artrite reumatoide mischiato alla antimalarico dà ottimi risultati nella gestione della malattia nelle prime fasi e sembra sia in grado di dare dei benefici nella gestione dei sintomi.

Zaia ha dichiarato che gli ospedali veneti sono in attesa della fornitura di altri farmaci già approvati dall’agenzia italiana del farmaco per portare avanti anche altre sperimentazioni previste dal loro programma “Siamo in attesa della fornitura di Avigan dalla Fuji e siamo ansiosi di poterlo sperimentale”, questo è quanto dichiarato dal governatore tramite una diretta facebook. Secondo Zaia sembra che la polmonite interstiziale sia forse da mettere in secondo piano rispetto al fatto che sembra si formino dei trombi a livello polmonare e quindi si introduce il problema della necessità di anticoagulanti e dell’eparina.

Zaia dichiara inoltre: “Siamo sul pezzo e le sperimentazioni funzionano”, una dichiarazione che da agli italiani un sospiro di sollievo poichè rappresenta un ottima notizia nella gestione della malattia. Lo stesso governatore dichiara “La tragedia, non è conclusa. Nessuno pensi che è finita! Il virus non è sparito“. Si tornerà alla normalità, ma probabilmente occorrerà ancora del tempo, tanto o poco non è dato saperlo, quello che è certo è che non bisogna abbassare la guardia. La macchina sta funzionando anche grazie al fatto che il popolo ha risposto positivamente alle richieste fatte dagli scienziati.

Il governatore della Regione Veneto ci tiene a sottolineare che durante questo periodo di emergenza il Veneto non ha mai messo i medici davanti alla scelta su chi curare e chi lasciare morire, tutti gli anziani, i malati cronici o meno, hanno avuto le stesse possibilità. Questa cosa attualmente non sta accadento in Spagna ed in altri Paesi che spesso vengono considerati più civili del nostro. Il governatore ha voluto sottolineare che vista l’emergenza dei respiratori, il Veneto ha deciso di comprarli in Svizzera per non far crollare le terapie intensive.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!