Iscriviti
Napoli

La mamma di Miriam Laezza: “dopo due anni non sappiamo com’è morta nostra figlia”

I genitori di Miriam Laezza, la bimba di Crispano morta a 5 anni, dopo due anni aspettano ancora di sapere cosa ha portato via la loro piccola creatura.

Cronaca
Pubblicato il 24 ottobre 2021, alle ore 15:39

Mi piace
0
0
La mamma di Miriam Laezza: “dopo due anni non sappiamo com’è morta nostra figlia”

Sono trascorsi due anni dal decesso della piccola bambina di 5 anni di Crispano,in provincia di Napoli, Miriam Laezza. La madre, Antonella Palladino, in un video si rivolge al medico che ha effettuato l’autopsia.

La bimba era già svenuta diverse volte, per i medici era una reazione da stress perchè era gelosa del fratellino neonato. La piccola accusò un malore mentre era a lezione in una scuola di danza.

L’accaduto

Sono passati due anni dalla morte della bimba di 5 anni di Crispano, in provincia di Napoli, Miriam Laezza. Per i medici sveniva “perchè era gelosa del fratellino neonato”. La bimba ebbe un malore mentre era a lezione in una scuola di danza di Cardito, il 17 ottobre 2019. Non ci fu nulla da fare, nonostante l’intervento dei sanitari.

L’autopsia aveva sentenziato “Morte Naturale”. Per i genitori restano ancora molti interrogativi, ad iniziare proprio da quei malori che,ritengono, forse fossero un campanello d’allarme rimasto inascoltato. Oggi, la madre Antonella Palladino, a distanza di due anni dall’accaduto, è tornata a chedere il motivo della morte della piccola, tramite un video girato su Facebook in cui si rivolge al medico incaricato dell’autopsia.

Le immagini del volto della madre mostrano segni di assoluta sofferenza. La donna dichiara: “Sono la mamma di Miriam, la bambina che il 17 ottobre 2019 è deceduta,le avete fatto l’autopsia, credevo che avrei avuto una risposta. Invece dei 60 giorni passarono 10 mesi. Avete scritto nella relazione che mia figlia aveva un‘aritmia, senza dire quando l’aveva acquisita, da cosa derivava, se Miriam era nata con un problema al cuore. Mio marito è venuto da voi e avete chiamato i carabinieri, come se avesse voluto farvi chissà cosa, invece voleva solo spiegazioni”.

La mamma di Mirian prosegue, dicendo che hanno fatto un’altra opposizione, tramite legge, per sapere cosa fosse successo alla loro figlia. Dopo un anno è stata presentata un’altra relazione in cui ha letto che Miriam non ha avuto un’aritmia ma è morta per cause naturali. Nella prima relazione, invece, si parlava di un’aritmia, mentre nella seconda le hanno scritto che gli esami istologici non sono stati fatti perché non era necessario e poi che sono stati fatti e che hanno confermato la morte naturale.

Una cosa è certa: il 17 ottobre 2019 Miriam è morta, lasciando un vuoto incolmabile nei suoi genitori e nei suoi fratelli. Il padre aveva già raccontato che la piccola era già svenuta tre volte a febbraio, a marzo e l’ultima volta ad aprile, ma che i medici li avevano rassicurati.Secondo i medici si trattava di una reazione dovuta allo stress.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Molto spesso si parla di decessi di bambini nelle strutture sanitarie italiane. Non possiamo dimenticare le vere vittime, piccoli morti, e non possiamo nemmeno dimenticare le famiglie e tutti coloro che soffrono e soffriranno per la perdita improvvisa e, a volte, ingiusta, di un loro caro. Dovremmo tutti metterci nei panni delle persone che vengono sottoposte ad interventi più o meno complicati, più o meno gravi, e tutti dovremmo renderci conto dell’importanza di una sanità sana e sicura.E' più che lecito che una madre si interroghi sulle cause reali del decesso della sua bambina. Riposa in pace Miriam e dai la forza ai tuoi genitori di andare avanti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!