Iscriviti
Venezia

La forza di Alice Leccioli: a spasso per Venezia con il suo esoscheletro

La diciannovenne Alice Leccioli ieri ha realizzato il suo sogno: quello di andare ni giro per Venezia con il suo esoscheletro. La sua storia è stata diverse volte affrontata mediaticamente.

Cronaca
Pubblicato il 29 giugno 2021, alle ore 13:43

Mi piace
3
0
La forza di Alice Leccioli: a spasso per Venezia con il suo esoscheletro

Ieri mattina, Alice Leccioli, 19 anni, è arrivata a Venezia. Alice, a causa di un distacco di placenta durante il parto, ha riportato una diparesi spastica che non le permette di muovere le gambe autonomamente.

Così, arrivata in quella che lei stessa definisce la città più bella del mondo, ha iniziato la sua passeggiata simbolica per sensibilizzare sulla ricerca che aiuti chi non ha la possibilità di camminare. 

La storia di Alice

Accolta dall’assessore alla coesione sociale Simone Venturini, Alice ha camminato per piazza San Pietro avvalendosi del suo esoscheletro meccanico Esko. La storia di Alice è stata raccontata, nel corso degli anni, da diverse trasmissioni televisive, come, ad esempio, dalle Iene e dal giornalista Matteo Viviani. Proprio grazie a quell’intervista, una benefattrice, seguendo la puntata, colpita dalla vita di Alice, ha deciso di donarle un esoscheletro, Esko, che usa per camminare e che si è, giustamente, portata anche a Venezia. Venturini, con emozione, le ha dato il benvenuto a nome di tutta la città, ringraziandola di aver scelto Venezia come meta iniziale per lanciare il suo messaggio di sensibilizzazione.

L’assessore ci ha tenuto a rimarcare l’impegno e la forza di volontà della 19enne, come esempio per tutti. Grazie al supporto della ricerca, della tecnologia e, sopratutto,grazie a se stessa, Alice è riuscita a realizzare il suo sogno di camminare in una delle città più belle del mondo. Già nel 2005, la ragazza era stata protagonista dello show “Tutto Esaurito” su Radio 105. Nel corso dello show, il conduttore Galli lanciò un appello per mettere a disposizione della giovane un mezzo idoneo al trasporto, dopo il suo intervento di chirurgia funzionale alle gambe e ai piedi.

 Dopo aver vissuto i primissimi anni di vita in provincia di Udine, oggi, con mamma Anna e papà Mirco, Alice risiede in provincia di Ferrara. A livello medico è seguita dal dottor Franco Molteni, esperto in neuroriabilitazione e direttore unità operativa complessa recupero e riabilitazione funzionale di Villa Beretta, struttura in provincia di Lecco. Dopo la donazione dell'”Esko” (dalla ragazza soprannominato “Felicità”), per l’uso della struttura riabilitativa è affiancata da Claudio Ceresi, responsabile dell’azienda produttrice. Da quando ha iniziato ad utilizzare l’esoscheletro è passata da 200 a quasi 3mila passi al giorno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia toccante quella di Alice, che punta a sensibilizzare sulla ricerca per coloro che, come lei, non possono camminare. Sono felice che, grazie all'esoscheletro, abbia realizzato il suo sogno di camminare per Venezia e le auguro tutto il meglio di questo mondo. Grazie ancora alla benefattrice che ha permesso che il suo desiderio divenisse realtà.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!