Iscriviti
Napoli

La crisi da epidemia uccide: un piccolo imprenditore si è impiccato a Napoli

Un piccolo imprenditore napoletano si è tolto la vita impiccandosi nei capannoni della sua azienda alla periferia est della città. L'uomo ieri sera non era rientrato a casa e i familiari avevano subito dato l'allarme. Poche ore fa la scoperta del cadavere.

Cronaca
Pubblicato il 6 maggio 2020, alle ore 19:48

Mi piace
13
0
La crisi da epidemia uccide: un piccolo imprenditore si è impiccato a Napoli

Nel corso dell’incontro con Rete Imprese Italia, il presidente del consiglio Giuseppe Conte, che stava esprimendo la sua consapevolezza delle difficoltà cui andiamo incontro da un punto di vista socio-economico in Italia a causa della pandemia, ha appreso la triste notizia che ha poi dovuto riportare ai partecipanti: un piccolo imprenditore napoletano si è impiccato per disperazione.

La vittima, un piccolo imprenditore del settore allestimenti per i negozi, aveva riaperto la sua azienda solo due giorni fa con tutte le migliori intenzioni ma, probabilmente, la consapevolezza di un mercato fermo, i costi degli stipendi dei suoi dipendenti, le spese coi fornitori, il peso dell’invenduto a magazzino, ha fatto venire meno in poche ore la poca forza con cui aveva provato a ripartire nonostante la crisi.

Ha affidato ad una lettera le scuse per i suoi cari che, subito, non vedendolo rientrare a casa per cena e non ricevendo risposta alle numerose chiamate, si erano allarmati allertando le forze dell’ordine. I vigili del fuoco hanno forzato la serratura dell’azienda, che era la sua vita, ed hanno fatto la tragica scoperta. 

Conseguenze prevedibili per le forti pressioni dovute alle scadenze da rispettare nonostante le aziende abbiano subito uno stop forzato. Le aziende hanno bisogno di liquidità per garantire la prosecuzione del lavoro. Una scelta dolorosa che racchiude tutta la tragicità del momento.

Decine i messaggi di cordoglio da parte dei dipendenti dell’azienda napoletana, commossi per la scelta estrema del loro capo. Lo stress dovuto alla crisi economica innescata dal Covid-19 era già una conseguenza prevista per cui ci si stava interrogando sulle possibili soluzioni, ma la domanda spontanea è: quanto riuscirà a reggere ancora il nostro Paese? È sotto gli occhi di tutti, del resto, che la pandemia ha completamente paralizzato interi settori e risorse della economia italiana. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - Purtroppo le conseguenze economiche tragiche pesano un sacco su noi piccoli lavoratori. Spero, sinceramente, di non sentire ulteriori notizie di questo tipo ma temo ne sentiremo ancora perché siamo tutti in una situazione disperata e non sappiamo come tirare avanti. Fuor di beghe politiche, occorrono aiuti concreti in termini di liquidità immediata per aiutare la popolazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!